Secondo lo Showrunner, dopo Better Call Saul 6 vedremo Breaking Bad Diversamente

Secondo lo Showrunner, dopo Better Call Saul 6 vedremo Breaking Bad Diversamente

Scritto da:  - 

Better Call Saul si avvicina alla sua sesta e ultima stagione, e lo showrunner Peter Gould afferma che la conclusione della serie getterà nuova luce su alcuni personaggi ben noti.
Lo spettacolo, prequel di Breaking Bad, segue l'avvocato Jimmy McGill (Bob Odenkirk) mentre viene lentamente coinvolto nel cartello ad Albuquerque. Nel corso della serie, Jimmy adotta il soprannome di Saul Goodman, trasformandosi nell'avvocato penalista che abbiamo conosciuto nella serie madre.

Oltre a introdurre una serie di nuovi personaggi, Better Call Saul fornisce anche ulteriori informazioni su diverse figure di Breaking Bad, tra cui Mike Ehrmantrout (Jonathan Banks), Nacho Varga (Michael Mando) e Gus Fring (Giancarlo Esposito). Lo spin-off, che ha debuttato nel 2015, è stato acclamato dalla critica per la sua profondità e narrazione.

Ovviamente, sapere quanti archi narrativi dei personaggi principali continuano in Breaking Bad rappresenta una grande sfida per Better Call Saul: Gould ha infatti affermato che cercare di rendere coerenti le due serie è come cercare di risolvere il cubo di Rubik del diavolo. Ha poi aggiunto: "Penso che quando finirete di guardare Better Call Saul, vedrete Breaking Bad sotto una luce molto diversa. Penso che impareremo cose sui personaggi di Breaking Bad che non conoscevamo. Impareremo cose sugli eventi di Breaking Bad che non sapevamo. E impareremo cose sul destino di molti di questi personaggi che potrebbero sorprendere lo spettatore".

Gould ha anche rivelato che il creatore di Breaking Bad e il co-creatore di Better Call Saul Vince Gilligan tornerà nella writers' room per la sesta stagione.
Gilligan non è stato direttamente coinvolto nella scrittura dello spettacolo dall'inizio della terza stagione, ma dal momento che ha supervisionato la totalità di Breaking Bad, senza dubbio avrà informazioni importanti su come legare le due serie insieme.

L'affermazione di Gould sulla visione dei personaggi e degli eventi sotto una luce diversa può sembrare ambiziosa, ma Better Call Saul è già riuscita a modificare drasticamente il modo in cui gli spettatori percepiscono il personaggio principale: in Breaking Bad lo conosciamo solo come Saul Goodman, il losco e apparentemente amorale avvocato, ma nella serie prequel conosciamo Jimmy McGill, che cerca, spesso fallendo, di fare la cosa giusta. Tutto ciò che va storto nella vita di Jimmy sminuisce la sua identità finché non rimane più niente. È così che diventa Saul: quando Jimmy non si riconosce più, crea un nuovo personaggio.

Breaking Bad presenta Saul come un criminale opportunista e furbo ma, con il contesto di Better Call Saul, il suo personaggio diventa molto più sfumato. È ancora opportunista, ma non è cinico. È un combattente che si è fatto strada verso la sua versione i successo. Se Better Call Saul è riuscito a farci vedere l'umanità in Saul Goodman, non è così difficile credere che lo spettacolo possa fare lo stesso per altri personaggi che pensavamo di conoscere in Breaking Bad

La sesta stagione di Better Call Saul è ancora in fase di scrittura e non ha una data di uscita programmata.

Fonte: Screen Rant

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.