George R.R Martin Firma un Interessante Accordo con HBO

George R.R Martin Firma un Interessante Accordo con HBO

Scritto da:  - 

Non soddisfatta di aver tentato di sviluppare più progetti di Game of Thrones per i suoi spettatori, la HBO ha firmato con il creatore de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco George R.R. Martin un enorme accordo. L'accordo di Martin lo vedrà al lavoro per sviluppare più programmi per la rete e il suo servizio di streaming. Oltre a portare potenzialmente programmi originali su HBO e lavorare agli spin-off de Il Trono di Spade, Martin sta anche sviluppando la serie Who Fears Death, basata sul romanzo del 2011 di Nnedi Okorafor, e Roadmarks, un adattamento del romanzo fantasy del 1979.

Anche prima del nuovo accordo di Martin, la rete via cavo era già al lavoro per sviluppare ulteriormente il mondo di Il Trono di Spade in più spettacoli. HBO ha già ordinato infatti House of the Dragon, un prequel incentrato sulla casa Targaryen circa tre secoli prima degli eventi della serie madre, con molti altri attualmente in lavorazione: 3 nuovi spin-off intitolati 9 Voyages, 10.000 Ships e Flea Bottom, uno spin-off di Dunk and Egg basato sulla sua serie di romanzi, e una serie animata.

Nonostante il suo nuovo contratto con la HBO, che riguarderà solo nuovi progetti e i titoli di Martin non legati ad altri accordi, l'autore ha una serie di altri progetti in lavorazione in altre destinazioni televisive. È stato recentemente confermato che la sua serie Wild Cards, che era in lavorazione per Hulu, è ora passata al servizio di streaming Peacock. Inoltre, gli adattamenti di Terre Perdute sono in lavorazione, con Paul W.S. Anderson che li dirige mentre Gore Verbinski dirige un adattamento di Sandkings per Netflix.

Anche con tutto questo lavoro televisivo, Martin rimane impegnato a scrivere, quando può. I lettori de Il Trono di Spade stavano aspettando l'attesissimo The Winds of Winter e quindi Martin ha offerto un aggiornamento sul libro:
"Ho scritto centinaia e centinaia di pagine di The Winds of Winter nel 2020. L'anno migliore che ho avuto da quando l'ho iniziato. Perché? Non lo so. Forse il lockdown. O forse perché ho appena iniziato. Ho ancora centinaia di pagine da scrivere per portare il romanzo a una conclusione soddisfacente. Per il 2021, spero".

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.