WandaVision: la Serie TV spiega le Motivazioni dietro il cambio di Quicksilver

WandaVision: la Serie TV spiega le Motivazioni dietro il cambio di Quicksilver

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Dopo aver scoperto che dietro la facciata di semplice vicina di casa di Agnes si nascondeva la potente strega Agatha Harkness, i fan di WandaVision hanno contato i giorni che li separavano dal successivo episodio, che è stato infine pubblicato lo scorso venerdì sulla piattaforma streaming di Disney+.

Una puntata decisamente importante ed emozionante, che da un lato ha ripercorso, tramite numerosi flashback, parte della storia della sua protagonista, mostrandone le ferite e i traumi che l’hanno infine portata a fuggire dalla realtà e a rifugiarsi all’interno di questo mondo idilliaco, e dall’altro ha offerto numerose risposte ad alcuni interrogativi.

Una domanda che gli spettatori si erano infatti posti era: perché il ruolo del personaggio di Pietro Maximoff/QuickSilver non è stato interpretato da Aaron Taylor-Johnson, come avvenuto in Avengers: Age of Ultron, ma bensì da Evan Peters (American Horror Story), che ne ha vestito i panni nei film sugli X-Men prodotti dalla Fox?

Durante l’episodio, Agatha (Kathryn Hahn)ha rivelato a Wanda (Elizabeth Olsen) di aver creato questo falso Pietro per essere i suoi occhi e orecchie ed è stata impossibilitata a usare la negromanzia sul corpo originale, in quanto sepolto in Sokovia e danneggiato dai colpi mortali ricevuti.

Con solo una puntata ancora da pubblicare, lo show si avvia ormai alla sua conclusione, ma i fan dei prodotti della Marvel non rimarranno a digiuno per molto tempo: infatti il prossimo 19 marzo è atteso il debutto della premiere di The Falcon and The Winter Soldier.

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.