The Boys: Chace Crawford pensava che avrebbero Censurato una Scena della Prima Stagione

The Boys: Chace Crawford pensava che avrebbero Censurato una Scena della Prima Stagione

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

The Boys è sicuramente una delle serie TV più folli di sempre ed è proprio per questo che probabilmente ha avuto tutto questo successo.

Tra dialoghi spinti e scene brutali si è fatta largo entrando subito nel cuore degli spettatori, ma nonostante la natura dello show, c'è una scena che uno dei protagonisti pensava non sarebbe mai andata in onda.

In un'intervista Chace Crawford (interprete del supereroe The Deep) ha rivelato, appunto, di aver pensato che la scena del tentato salvataggio del delfino, vista nella prima stagione, sarebbe stata tagliata:
"Non pensavo sarebbe diventata così popolare. Temevo che l'avrebbero tagliata. Ad essere onesti, temevo non avrebbe funzionato o qualcosa del genere. In qualche modo hanno trovato questo delfino animatronic a Los Angeles, l'hanno spedito e c'erano due ragazzi che lo telecomandavano, muovendolo e spostandolo con delle leve. Quando ho sentito ridere tutti ho pensato che la cosa avrebbe funzionato"

Nella scena assistiamo infatti alla tragica morte del povero delfino dopo un fallimentare tentativo di salvataggio da parte proprio di The Deep. Una scena esilarante che avrebbe potuto urtare, però, la sensibilità di molti, ma che alla fine la produzione ha deciso comunque di mandare in onda.

Chissà quante altre scene di questo tipo vedremo nella seconda stagione di The Boys che, ricordiamo, tornerà il prossimo 4 settembre e di cui vi consigliamo di leggere la nostra guida a riguardo.

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.