Monster: The Jeffrey Dahmer Story - in fase di sviluppo per Netflix la nuova Mini-Serie di Ryan Murphy

Monster: The Jeffrey Dahmer Story - in fase di sviluppo per Netflix la nuova Mini-Serie di Ryan Murphy

Scritto da:  - 

Dopo l'uscita della sua ultima serie Ratched, l'istrionico regista americano Ryan Murphy e la potente piattaforma streaming Netflix hanno preso un accordo per un nuovo progetto: una prossima mini-serie che il prolifico creatore televisivo porterà sul colosso dello streaming. Monster: The Jeffrey Dahmer Story sarà incentrata su Jeffrey Dahmer, uno dei serial killer più famosi d’America. Sarà in gran parte raccontato dal punto di vista delle vittime di Dahmer e ci farà immergere nell'incompetenza e nell'apatia della polizia che hanno permesso al nativo del Wisconsin di compiere una follia omicida che è durata oltre un decennio dai primi anni ’90.

Murphy ha co-creato la serie TV con il suo frequente collaboratore Ian Brennan, mentre il tutto sarà diretto da Carl Franklin (Mindhunter, The Leftovers) e Janet Mock (Pose, Hollywood).

Lo show metterà in risalto almeno dieci casi in cui Dahmer è stato quasi arrestato ma alla fine lasciato andare. La serie TV evidenzierà anche il privilegio dei bianchi, poiché a Dahmer, ragazzo bianco dal bell'aspetto, è stato ripetutamente dato un pass gratuito da poliziotti e giudici che erano stati indulgenti quando era stato accusato di piccoli crimini.

Il candidato all'Oscar e vincitore di un Emmy Richard Jenkins con The Shape Of Water, interpreterà il padre di Dahmer, Lionel, un chimico che gli ha mostrato come sbiancare e preservare in sicurezza le ossa di animali quando era bambino, una tecnica che il mostro in seguito userà sulle sue vittime. A differenza della seconda parte di American Crime Story: The Assassination of Gianni Versace di Murphy - in cui aveva solo una scelta per il ruolo dell'assassino Andrew Cunanan (Darren Criss) - qui il regista e produttore americano e il resto della produzione stanno ancora cercando il protagonista, con una ricerca profonda a livello nazionale. I produttori stanno anche incontrando le attrici per il ruolo femminile principale di Glenda Cleveland, una vicina di Dahmer che ha ripetutamente cercato di mettere in guardia le forze dell'ordine sul suo comportamento molto strano e inquietante, ma senza alcun risultato.

Conosciuto come il cannibale o il mostro di Milwaukee, Dahmer ha ucciso e smembrato diciassette uomini dal 1978 al 1991, molti dei quali persone di colore e alcuni minorenni. La maggior parte degli omicidi riguardava anche la necrofilia, il cannibalismo e la conservazione di parti del corpo. Condannato per sedici omicidi, è stato picchiato a morte da un altro detenuto nel 1994, due anni dopo la sua condanna, quando aveva trentaquattro anni.

Ci sono stati diversi film su Jeffrey Dahmer, ma a differenza della maggior parte degli adattamenti precedenti della storia, che ne enfatizzavano la natura sensazionale e i dettagli cruenti, l'approccio di Monster: The Jeffrey Dahmer Story sarà più psicologico e si concentrerà su come è stato permesso che gli omicidi accadessero per più di un decennio.

Il progetto rientra nell'accordo generale di Janet Mock con Netflix, che è stata anche produttrice esecutiva e regista di Hollywood, diventando la prima donna trans nera a stabilire un accordo globale con un colosso del genere. In precedenza Mock è stata scrittrice e regista della serie FX Pose, prodotta sempre da Murphy.

Fonte: Deadline

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.