Una Serie Ispirata a La Dolce Vita, Ambientata a Roma e Diretta da Oliver Stone

Una Serie Ispirata a La Dolce Vita, Ambientata a Roma e Diretta da Oliver Stone

Scritto da:  - Data di pubblicazione: 

Marceeelo come here!

Anita Ekberg che chiama Marcello Mastroianni mentre fa il bagno nella Fontana di Trevi. Se pensiamo a La Dolce Vita, ci viene subito in mente questa indimenticabile e iconica scena che ha fato la storia del cinema mondiale.

Il film capolavoro di Federico Fellini non ha solo reso il cinema italiano famoso nel mondo, ha anche dato un'immagine di Roma, dell'Italia e degli Italiani - che in quel periodo si risollevavano dopo il secondo conflitto mondiale - che ancora ci identifica.

Alla regia ci sarà il tre volte premio Oscar Oliver Stone, mentre firmerà la sceneggiatura Tom Fontana (ideatore de I Borgia, e di Oz). Sarà prodotta da un team internazionale: Mediaset Group in collaborazione con Entertainment One e la De Laurentiis Company.

La vera notizia è che non si tratterà di un riadattamento del celebre film: bensì si ispirerà al romanzo di Stephen Gundle del 2011 intitolato "Death and Dolce Vita: The Dark Side of Rome in the 1950s".
Pertanto sarà comunque ambientato nella capitale italiana nel dopo guerra, ma racconterà la società italiana in quegli anni - che non era solo romantica e glamour come la Dolce Vita dipingeva - traendo spunto da un fatto reale di cronaca nera: la morte della ventunenne di Wilma Montesi, avvenuto in circostanze poco chiare nel 1953.

Una serie storica con tinte noir, in un'ambientazione suggestiva. Ci sono tutti gli ingredienti per un prodotto valido e di successo! 

Voi che ne pensate? Credete che un mostro sacro come La Dolce Vita sia inarrivabile, o credete che con Oliver Stone non si corrano rischi?

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.