The Last of Us: rivelato il Regista del 1° Episodio della Serie TV targata HBO

The Last of Us: rivelato il Regista del 1° Episodio della Serie TV targata HBO

Scritto da:  - 

Come sappiamo, HBO è alle prese con la realizzazione di The Last of Us, serie tratta dall’acclamato videogioco di Naughty Dog, uscito nel 2013 su Playstation 3 e con un sequel atteso a breve su Playstation 4.

Come possiamo immaginare, non è semplice realizzare una serie tv mozzafiato avendo a disposizione un cult videoludico come The Last of Us. Mettiamoci anche una pandemia globale che rallenta i lavori e una minuziosa cura per i dettagli, soprattutto per i personaggi, da parte di tutto il team creativo.

Lo show è opera di Craig Mazin, lo stesso di Chernobyl, e ora scopriamo che anche il regista sarà lo stesso (almeno per il pilot). 

Johan Renck ha infatti rivelato a Discussing Film che sarà produttore esecutivo di The Last of Us, oltre a dirigerne l’episodio pilota; trattandosi però di una “serie tv continuativa” - e non una miniserie autoconclusiva – Renck non potrà dirigerla tutta, contrariamente a Chernobyl.

The Last of Us: rivelato il Regista del 1° Episodio della Serie TV targata HBO

Il videomaker e coreografo svedese ha una solida carriera alle spalle: oltre alla realizzazione di video musicali per David Bowie, Beyoncé e Madonna, può vantare anche la regia di serie di successo quali Breaking BadBates Motel, Vikings e Chernobyl, sul cui set ha già avuto modo di collaborare con Craig Mazin.

"Realizzare qualcosa di nuovo partendo da un prodotto già finito? La domanda è interessante da numerosi punti di vista. Con The Last of Us abbiamo personaggi già sviluppati e chiunque abbia giocato al videogame conosce ogni dettaglio del suo aspetto, del modo in cui parla e agisce e così via".

The Last of Us è ambientato vent’anni dopo la caduta della civiltà moderna, quando un parassita fungino infetta gli esseri umani e li trasforma in mostri. Joel, un uomo indurito dalla volontà di sopravvivere, viene ingaggiato per scortare la quattordicenne Ellie fuori da una zona di quarantena oppressiva. Dovrebbe essere un lavoro semplice, ma diventa ben presto un viaggio pericoloso e brutale: insieme, Joel ed Ellie dovranno attraversare ciò che resta degli Stati Uniti e contare l’uno sull’altra per scampare alla morte.

"È qualcosa di cui stiamo discutendo molto della serie e ci sono telefonate settimanali con Craig e Neil Druckmann, il creatore del gioco, per capire come approcciare i personaggi e renderli credibili. Dobbiamo fare i conti con la difficoltà di ricreare personaggi da un videogame, non da un libro, e farlo con una persona reale [non in CGI] è ancora più difficile. Ad esempio con Valery Legasov in Chernobyl, proprio perché nessuno l'aveva mai visto, abbiamo dovuto solo renderlo il più possibile fedele alla descrizione, ma non c'erano immagini o versioni pregresse. Ci sono ancora molte considerazioni da fare e decisioni da prendere e ognuna composta da tanti dettagli che rendano onore alla saga".

Le premesse sono buone, anche se di diversa opinione è il doppiatore di Joel Troy Baker, il quale dubita fortemente che la serie possa eguagliare la potenza mondiale avuta dal videogame.

Fonte: Deadline

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.