Sophie Turner (Sansa di Game of Thrones) e la sua Depressione Causata dai Social

Sophie Turner (Sansa di Game of Thrones) e la sua Depressione Causata dai Social

Scritto da:  - Data di pubblicazione: 

Sophie Turner, interprete di Sansa Stark nella famosa serie HBO Game of Thrones, ha recentemente affermato in un'intervista di aver sofferto di depressione per diversi anni da adolescente, e uno dei motivi è stata la critica che ha ricevuto per il suo aspetto fisico e le sue prestazioni nella serie.

"Penso che la sfida più grande sia stata la mia depressione. Ho sofferto di depressione per circa cinque o sei anni", ha dichiarato la Turner al Dr. Phil sul suo podcast.
"La più grande sfida per me è alzarmi dal letto e uscire di casa e imparare ad amare me stessa".

Nell'intervista, che puoi vedere in calce all'articolo, l'attrice ha detto: "Non credo davvero di aver avuto problemi fino ai 17 anni. E poi, improvvisamente, la cosa mi ha colpito".

L'attrice dice che si sentiva sola intorno a quell'età, proprio mentre i suoi amici e fratelli si trasferivano per andare al college, mentre lei stava ancora lavorando a Game of Thrones e viveva a casa con i suoi genitori.

Sophie Turner (Sansa di Game of Thrones) e la sua Depressione Causata dai Social

Ma quando il dottor Phil le ha chiesto se lavorare allo show fosse stata la causa scatenante, Sophie Turner ha risposto di no:
"No, erano delle ore interminabili e cose del genere, ma ero così innamorata della serie", ha detto.
"Non riuscivo a credere che sarei stata pagata per questo. E pensavo: 'Oh mio Dio, mi stanno davvero pagando per questo! Che show incredibile'. Era tutto bellissimo ma le cose sono iniziate a peggiorare, credo, quando ho raggiunto la pubertà a diciassette anni. E il mio metabolismo ha iniziato a rallentare in maniera massiccia, e ingrassavo. E poi c'è stata la sentenza dei social media e tutto il resto, ed è stato allora che è iniziato tutto".

Turner dice che avrebbe letto molti commenti negativi riguardanti il suo peso su Twitter, dove i fan di Game of Thrones dicevano che la sua interpretazione di Sansa lasciava a desiderare. L'attrice afferma che la pressione dei social media non era la ragione principale per la sua depressione e che, però, è stata un catalizzatore.

Sophie Turner (Sansa di Game of Thrones) e la sua Depressione Causata dai Social

"Ci crederei" dice la Turner, "Direi solo: 'Sì, sono grassa, sono una cattiva attrice'. E infatti è quello che credevo". Tutto questo l'ha portata a diventare molto consapevole mentre era sul set.

Quando le viene chiesto se il suicidio le fosse mai sembrata una "buona opzione" durante la sua depressione, lei risponde: "Sì, sì, sì. Ero abituata a...è strano, dico che non ero molto depressa quando ero più giovane, ma ero solita pensare spesso al suicidio".

"Non so perché, però" ha aggiunto. "Forse era solo un'idea. Ma sì, ci pensavo. Non credo che l'avrei mai fatto. Non lo so".

Ora l'attrice afferma che è in terapia e che cerca di non leggere i commenti sui social media in questi giorni, le dà ancora fastidio vedere commenti negativi, ma non tanto come una volta. 

"Io amo me stessa adesso, o comunque più di prima, credo. Ora sono con qualcuno che mi fa capire che ho delle qualità, suppongo" ha detto riferendosi al fidanzato Joe Jonas. "E quando qualcuno ti dice 'Ti amo' ogni giorno, ti fa davvero riflettere sul perché è così, e penso che ti faccia amare te stesso un po 'di più. Quindi, sì, amo me stesso".

Non ci resta che augurare a Sophie Turner un percorso di ripresa personale rapido ed efficace.
Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie, seguici sulla nostra pagina Facebook!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.