Servant 2: Cambi di prospettiva ed Elementi del Soprannaturale nei nuovi Episodi

Servant 2: Cambi di prospettiva ed Elementi del Soprannaturale nei nuovi Episodi

Scritto da:  - Data di pubblicazione: 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Ideata e scritta da Tony Basgallop e prodotta da M. Night Shyamalan (che dirige anche alcuni episodi) in collaborazione con Daniel Sackheim (Jack Ryan), la serie TV Servant si conferma essere un prodotto interessante del catalogo targato Apple TV+

Le seconda stagione ha fatto il suo debutto lo scorso 15 gennaio e, secondo alcune rilevanti fonti, sembra proprio che il nuovo episodio abbia ricevuto un buon riscontro, facendo registrare numeri nettamente superiori rispetto all'annata passata.

La sensazione, guardando i primi due episodi della nuova stagione, è un interessante cambio di prospettiva. Pur avendo sempre mostrato il doppio punto di vista della coppia formata da Sean (Toby Kebbell) e Dorothy (Lauren Ambrose), che hanno dimostrato un'alchimia e un confronto realistico pur nel limite della storia raccontata, la prima stagione era dedicata alla maternità. Dalla maternità si passa alla paternità, con Sean che ora sembra fare un percorso simile a quello della moglie.

Inoltre la conclusione della prima stagione aveva insinuato nella mente degli spettatori un'importante domanda: cosa si sa veramente di Leanne Grayson? Un importante legame che la seconda stagione sembra mettere in atto è quello di rivelare il personaggio della tata (Nell Tiger Free), dando vita a un incandescente futuro per tutti i personaggi, legandosi ad un riflesso del mondo soprannaturale.

Per esempio, un padre (Sean) che potrebbe cedere al volere della moglie, come dimostra il finale del secondo episodio, restando forse sedotto per la prima volta dal richiamo dell’anomalo e dell’incomprensibile.

Considerando che è già stata annunciata la futura realizzazione della terza stagione, rimane l’intrepida attesa del prossimo episodio, che sarà rilasciato venerdì 29 su Apple TV+. Nel frattempo potete leggere l'interessante intervista di M. Night Shyamalan e la recensione della prima stagione.

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.