Ratched: il nuovo Trailer della Serie TV Netflix con Sarah Paulson

Ratched: il nuovo Trailer della Serie TV Netflix con Sarah Paulson

Scritto da:  - 

Nel nuovo show Ratched, diretto da Ryan Murphy, viene rivelata la storia delle origini di uno dei personaggi più iconici del genere horror: Mildred Ratched. L'infermiera del racconto di Ken Kesey del 1962 e del film di Qualcuno volò sul nido del cuculo di Miloš Forman del 1975, è nota per le sue terribili azioni, quasi tiranniche, commesse in un ospedale psichiatrico dell'Oregon, ma non è sempre stata la personificazione del male puro. 

Secondo l’imminente serie TV targata Netflix, Nurse Ratched non è nata malvagia: il suo particolare atteggiamento di depravazione è il risultato di una cura, non della natura. 

Indietro nel tempo, la storia si svolge negli anni '40, quando tutto era considerato una malattia mentale. Come parte del movimento di igiene mentale dell'epoca, le persone venivano ricoverate in ospedale e costrette a sottoporsi a cure mediche disumane.

Netflix ha rilasciato il trailer finale per il debutto della nuova serie che avverrà il 18 Settembre. Il video, mostra che, nel corso delle varie puntate, si avrà modo di approfondire la storia sull'origine della famosa infermiera. 

Nella clip si vede un medico annunciare la tecnica della lobotomia come l'ultima sperimentazione per mettere sulla giusta strada quelle che venivano considerate delle deviazioni, come l'omosessualità, l'irrequietezza, la depressione ecc.., lasciando il paziente privo di qualsiasi stimolo emotivo.

"Beh, ci sono cose giuste e ci sono cose sbagliate. Io credo questo, io penso che sia peggio sentire alcune cose piuttosto che non sentire nulla".

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.