Lucifer 5: Lesley-Ann Brandt analizza la ricerca dell’anima di Maze e Preannuncia un Confronto con Dio

Lucifer 5: Lesley-Ann Brandt analizza la ricerca dell’anima di Maze e Preannuncia un Confronto con Dio

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Mentre il Signore degli Inferi Lucifer ha affrontato le proprie lotte durante la prima metà della quinta stagione, il demone Mazikeen è precipitato nel suo Inferno privato, scoprendo tra le altre cose che sua madre, Lilith, vive sulla Terra da decenni e che il Diavolo stesso lo sapeva.

Quella notizia bomba, unita a ferite ancora da leccarsi per non essere stata invitata all'Inferno e la sua apparentemente disperata ricerca di un'anima, hanno portato Maze a essere probabilmente più feroce che mai, alla fine alleandosi con il fratello gemello di Lucifer, Michael, nella lotta celeste del finale di mezza stagione.

L'interprete di Mazikeen Lesley-Ann Brandt ha raccontato al noto sito TVLine di cosa passi per la testa del suo personaggio e di come potrebbero evolversi le cose con l'arrivo di Dio. Di seguito, l'intervista integrale con l'attrice.

  • Lilith e la sua storia sono qualcosa che hai chiesto agli showrunner di esplorare?

"Penso che probabilmente ciò sia dovuto a due cose. Innanzitutto c'è stata l'opportunità di raccontare quella storia, da quando Netflix ha esteso la quinta stagione con i sei episodi extra. Inoltre, penso che gli sceneggiatori prestino attenzione a ciò che viene detto sui social media, e quel retroscena di Maze è sempre stato qualcosa di cui si è discusso tra i fan dello show. Quindi sì, l'opportunità si è presentata e in più l'episodio noir ha alimentato questa possibilità di provare qualcosa di completamente diverso, sfidando anche i nostri limiti come attori, perché raramente abbiamo l'opportunità di interpretare altri personaggi in questo modo".

  • Ti aspettavi che saresti stata proprio tu a interpretare Lilith?

"Assolutamente no, ed ero davvero felice di immergermi in qualcosa di così diverso, perché sebbene siano parenti, ovviamente è un periodo diverso, e sono effettivamente diverse, anche il modo in cui si muovono è molto diverso. Ad esempio, Lilith è molto più felina nei suoi movimenti, mentre Maze è un po' un bulldozer, quindi essere stata in grado di prendere in mano quel periodo, la lingua e ovviamente cantare è stato molto divertente".

  • Sei rimasta sorpresa da quanto fosse "morbida" Lilith, come Lily Rose?

"Penso che forse parli alle donne dell'epoca, capisci cosa intendo? Come Maze, ha dovuto essere un po' un camaleonte quando viveva tra gli esseri umani e si trovava sulla Terra, quindi penso che si sia adattata. Penso sempre a me stessa in questo modo, come se da immigrato tu adegui il tuo accento in modo che le persone ti capiscano meglio, provi a capire la cultura, il tutto senza mai perdere te stesso. E non credo che Lilith abbia mai perso se stessa. È la madre di tutti i demoni, ma ha anche trovato un modo per avere una vita normale rimanendo un demone, e in quell'episodio sta esplorando, in una trama parallela, la scoperta dell'umanità e la comprensione di come operano gli esseri umani, cosa li rende così speciali. Questo è molto simile a quello che Maze ha attraversato nella prima e nella seconda stagione, forgiando la sua relazione con Linda, Trixie e Chloe, quindi la decisione di lasciarsi tutto alle spalle è una cosa molto coraggiosa da fare. Fare un atto di fede, se vuoi, e purtroppo per lei non ha funzionato. Non credo che avesse una Chloe e una Linda, non credo che avesse quel tipo di supporto".

Lucifer 5: Lesley-Ann Brandt analizza la ricerca dell’anima di Maze e Preannuncia un Confronto con Dio
  • Come è stato recitare con L. Scott Caldwell (Lost)?

"È adorabile ed è una grande attrice. Quella fatta insieme è stata una scena molto difficile. Avevamo riprese in cui c'era molto più veleno, quindi abbiamo riflettuto: 'Qual è il range qui?'. Ad esempio, cosa fa un bambino nel momento in cui affronta un genitore in quel modo, dato che spesso idolatriamo i nostri genitori in quanto 'non possono fare nulla di sbagliato'?. Ma penso che quando cresci, arrivi a capire che i tuoi genitori sono umani e commettono errori. Non sempre indovinano sulla cosa giusta da fare, ma fanno sempre del loro meglio. Ma vedere i difetti dei tuoi genitori per la prima volta a volte è molto difficile".

  • Hai mai pensato a come Maze apparirebbe con un'anima e a come dovresti interpretarla? 

"Penso di averne forse visto l'inizio. Non lo so. Ci ho pensato durante le riprese di questa stagione, perché mi sono ritrovata a giudicare quanto fosse emotiva - anche per me come attrice, perché ci sono state lacrime dove non pensavo dovessero necessariamente esserci. Quando stavo lavorando alle mie scene, le lacrime erano lì, perché stavamo parlando di relazioni familiari, stavamo parlando del fatto che avremmo visto Linda, potenzialmente, fare lo stesso errore...Questo è il modo in cui protegge la sua amica, in cui cerca di impedirle di cadere nel suo stesso errore...Ma nello strano modo demoniaco di Maze.
Per mostrare quella vulnerabilità, abbattere quei muri per qualcuno, per una persona come Maze è incredibilmente difficile. E inoltre non penso che le persone si rendano conto di quanto profonda possa essere una cicatrice e cosa ci vuole per qualcuno del genere per superarla"
.

  • Tom Ellis ha dovuto fare le scene del combattimento due volte: una come Lucifer e una come Michael. Anche tu hai dovuto prendere parte alle doppie riprese?

"No, perché quando giriamo, che sia con Michael o Lucifer, significa semplicemente che sto lavorando con Tom o sto lavorando con il suo sosia. In realtà aveva due doppioni: uno per se stesso, e uno per Michael. Quindi quando Michael stava combattendo con Amenadiel e io stavo combattendo con Lucifer, avevamo bisogno di avere il doppio di Michael come sfondo mentre io prendevo a calci il sedere di Lucifer. Voglio dire, tanto di cappello ai nostri coordinatori degli stunt perché l'hanno davvero pianificato bene".

  • Siamo un po' preoccupati: come finirà tra Maze e Lucifer?

"Beh, Lucifer è il suo più vecchio amico, hanno passato così tante cose insieme e lei ha imparato a capire e ha fatto spazio per Chloe. Ma c'è una regola non detta sui tradimenti e sulla verità: non puoi andartene via, tornare a casa e non dirlo alla tua amica. Semplicemente non la lasci sulla Terra quando il suo cuore è letteralmente a pezzi, se tieni a lei nel modo in cui lei ha bisogno. E quella bugia sulla presenza di sua madre, è come se mi avesse tenuto nascosto qualcosa di cui non sapevo nemmeno di aver bisogno, e ho letteralmente avuto cinque secondi per digerire tutto questo. Quindi, andando avanti, c'è sicuramente tensione, ed è probabilmente la cosa più grande su cui devono lavorare come amici. Ho letto i messaggi di un sacco di fan che dicevano: 'Oh, sono inca***to, Maze lo sta tradendo di nuovo, e di nuovo, e di nuovo...'".

  • Certo, capiamo il tuo punto di vista

"Già, pensa a quello che ha detto Linda. Lucifer è un narcisista, pensa solo a se stesso. Prende decisioni senza prenderla in considerazione, e Maze ne è letteralmente stanca. Ha messo a nudo il suo cuore e la sua anima per quanto riguarda la loro relazione, quindi quello che fondamentalmente pensa è: 'Ok ora basta, e mi dispiace se qualcuno verrà ferito, ma devo fare quello che devo per ottenere ciò di cui penso di aver bisogno".

  • Com'è il rapporto tra Maze e Dio? C'è qualche forma di rispetto?

"Sì, c'è. Assolutamente. Vedrete una scena fantastica nella seconda metà della stagione con Dennis, ed è incredibilmente...Beh, vedrete sicuramente la mia faccia da demone in quella scena, vi dico solo questo!".

Fonte: TVLine

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.