L'Accusa di Horace Grant a The Last Dance: "Sono tutte Bugie"!

L'Accusa di Horace Grant a The Last Dance: "Sono tutte Bugie"!

Scritto da:  - 

L'ex ala grande dei Chicago Bulls, Horace Grant, ai tempi compagno di squadra di Michael Jordan, si è espresso riguardo alcuni contenuti di The Last Dance, definendoli delle menzogne. 

Grant è stato uno dei giocatori fondamentali per quell'ondata di successo dei Bulls che ha permesso la vittoria di tre titoli consecutivi dal 1991 al 1993. Nella docu-serie distribuita da ESPN e Netflix, Grant è stato accusato da Jordan di essere stato lui la spia che rivelò alcuni discorsi avuti nello spogliatoio al giornalista Sam Smith, il quale poi scrisse il libro The Jordan Rules.

"Bugie, solo bugie. C'è solo rancore e questo Jordan lo ha dimostrato in quel cosiddetto documentario. Quando provi a dire qualcosa su di lui, farà di tutto per screditare la tua persona. Io sono stato e sono tuttora grande amico di Sam Smith ma non ho mai violato la sacralità dello spogliatoio. Sam è un grande giornalista investigativo, questa è l'unica spiegazione".

Ha poi continuato dicendo che The Last Dance non può considerarsi un documentario: "si tratta solo di una questione di spettacolo. Chi c'era ed è stato suo compagno di squadra sa bene che il 90% di quei racconti non sono reali perché spesso, a ciò che Michael diceva, seguiva una risposta altrettanto dura da parte di chi era con lui nello spogliatoio. L'editing e il montaggio del documentario, però, fanno passare un messaggio completamente diverso".

Nonostante tutto, il documentario si è dimostrato essere uno dei prodotti più visti su Netflix, registrando oltre 23 milioni di spettatori a livello internazionale, escludendo i fan americani. 

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.