Emilia Clarke, la Star di Game of Thrones, parla dei suoi Problemi di Salute

Emilia Clarke, la Star di Game of Thrones, parla dei suoi Problemi di Salute

Scritto da:  - Data di pubblicazione: 

"Una battaglia per la mia vita": è questo il titolo della lettera pubblicata da Emilia Clarke sul New Yorker con cui la star de Il Trono di Spade ha raccontato di essere sopravvissuta a due aneurismi cerebrali.
I problemi di salute dell'attrice sono iniziati nel 2011, anno di uscita della serie che l'ha resa la Regina dei Draghi famosa in tutto il mondo.

"Proprio quando stavo realizzando i miei sogni d'infanzia, ho quasi perso la mia mente e la mia vita. Non ho mai raccontato questa storia pubblicamente, ma ora è il momento giusto..." scrive l'attrice all'inizio della lettera.

In questo scritto l'attrice rivela di aver provato un dolore lancinante alla testa durante una sessione di allenamento con il suo personal trainer: "Ho detto al mio allenatore che dovevo fare una pausa. In qualche modo, quasi strisciando, sono arrivata nello spogliatoio, raggiunsi il bagno e caddi in ginocchio perché non riuscivo più a stare in piedi. Nel frattempo, il dolore lancinante stava peggiorando, allora ho capito cosa mi stava succedendo e ho avuto subito paura che il mio cervello stesse subendo dei danni”, ha raccontato. 

GOT: Emilia Clarke Parla dei suoi Problemi di Salute

La Clarke ha detto di ricordare una donna che le chiedeva se stesse bene, poi le sirene dell’ambulanza che la portava in ospedale dove fece subito una risonanza magnetica.
"La diagnosi è stata rapida quanto inquietante: un'emorragia subaracnoidea (SAH), un tipo di ictus potenzialmente letale, causato dal sanguinamento nello spazio circostante il cervello. Avevo un aneurisma, una rottura arteriosa. Come ho poi appreso, circa un terzo dei pazienti SAH muore immediatamente o subito dopo. Per i pazienti che sopravvivono, è necessario un trattamento urgente per sigillare l'aneurisma, in quanto vi è un rischio molto elevato di un secondo sanguinamento, spesso fatale. Per questo io vivo giorno per giorno, senza stressarmi troppo e in questi giorni cerco di non sentire la pressione per la messa in onda dell’ultima stagione del Trono di Spade".

L'attrice è stata quindi operata d'urgenza al cervello. "Il mio nome per intero è Emilia Isobel Euphemia Rose Clarke. Ma in quel momento non riuscivo a ricordarmelo. Pronunciavo invece parole senza senso e sono andata nel panico. Sono un'attrice, devo ricordare tutti i miei dialoghi. E in quel momento non riuscivo a ricordare nemmeno il mio nome".

Un mese dopo l'ottimo esito della prima operazione, la Clarke è tornata al suo ruolo nella serie HBO, ma nel frattempo è stato rilevato un ulteriore aneurisma, questa volta minore, in un'altra area del cervello: la minaccia di una nuova complicazione ha ovviamente condizionato la vita dell'attrice, e dopo che nel 2013 l'aneurisma ha raddoppiato la sua dimensione è stata obbligata a sottoporsi ad un'ulteriore operazione, per fortuna nuovamente riuscita.

Emilia Clarke ci descrive, entrando anche nel dettaglio, come è stata la sua ripresa: "Ho cercato di allontanare il dolore e la nausea ricordando alcune battute della serie. Durante il recupero post-operatorio ho temuto il peggio quando un attacco di afasia (un effetto collaterale del trauma cerebrale che la rendeva incapace di parlare in modo coerente) sembrava mettere in pericolo il mio futuro da attrice. Tra le interviste e le riprese della seconda stagione dello show ho dovuto sorseggiare della morfina per tenere a bada il dolore. Ero spesso così debole che pensavo di morire. Il primo giorno di riprese per la stagione 2, a Dubrovnik, continuavo a ripetermi: 'Sto bene, ho 20 anni, sto bene'. Mi sono immersa nel lavoro ma, dopo quel primo giorno di riprese, sono riuscita a malapena a tornare in hotel prima di crollare dallo sfinimento".
"Riprendermi è stato ancora più doloroso della prima operazione. Mi sentivo come se avessi dovuto affrontare una guerra più orribile di quelle affrontate da Daenerys." ha dichiarato la star. 

GOT: Emilia Clarke Parla dei suoi Problemi di Salute

Se siete desiderosi di leggere la lettera originale, potete farlo seguendo questo link.
Durante la pubblicazione dell'articolo sul New Yorker, Emilia ne ha approfittato per annunciare l'avvio di una sua organizzazione benefica: SameYou si occuperà di sostenere le cure per il recupero neurale di giovani adulti che soffrono di lesioni cerebrali o ictus e che poi sono costretti ad affrontare una lunga e costosa battaglia per la vita.

Potrete rivedere una Daenerys Targaryen in perfetta salute a partire dal 14 aprile, con l'arrivo dell'ottava e ultima stagione di Game of Thrones!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.