You: la Recensione della 2° Stagione della Serie TV targata Netflix

You: la Recensione della 2° Stagione della Serie TV targata Netflix

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Ormai lo abbiamo capito: You è una serie che ti costringe a farsi guardare nel minor tempo possibile, facendoti cedere al bingewatching isolandoti da amici e parenti perché sì, TU DEVI SAPERE.

E quindi sì, anche io DOVEVO SAPERE.
Dopo mesi di agonia e domande senza risposte, finalmente la seconda stagione è approdata sul nostro amato Netflix...A Santo Stefano. Esatto, siamo nel periodo natalizio e ho preferito rinunciare a cene e pandori perché...IO DOVEVO SAPERE. Quindi tra finti mal di testa e contrattempi ho "paccato" amici e parenti barricandomi in casa con gli occhi attaccati allo schermo.

Come abbiamo visto già dal trailer, il caro Joe è perseguitato dal fantasma di Beck ma questo non basta, non c'è pace per il protagonista: il nuovo depravato e ansiogeno capitolo ci presenta Candace Stone, l'ex di cui abbiamo sentito tanto parlare e che credevamo morta (Joe compreso). Ella in realtà è viva quanto carica di vendetta!

Questo è solo l'incipit di una trama studiata a puntino per non fare distrarre lo spettatore fino alla fine, caricandolo di un'enorme ansia e facendogli sentire un'irrefrenabile bisogno di guardare l'episodio successivo. Ma che aspettative avevo per questa seconda stagione di You? A dire la verità, nessuna. L'unica cosa di cui ero certa era il ritorno di Candace, ma sapevamo che non sarebbe stato un evento positivo.

You: la Recensione della 2° Stagione della Serie TV targata Netflix

Per scappare dall'ex, Joe si trasferisce a Los Angeles ottenendo il lavoro di...rullo di tamburi...BIBLIOTECARIO! Eddai, un po' di fantasia no? Ma vabbè, iniziando a lavorare da Anavrin si innamora di Love, una ragazza che scopriamo essere più folle persino del nostro stalker preferito. 

Adesso è Joe a essere in trappola, nella stessa trappola in cui era chiusa Beck: ha fatto un certo effetto ed è stato destabilizzante vedere Love cercare di convincere Joe a stare con lei, a fine stagione, usando quasi le stesse parole che tempo prima il protagonista aveva usato con Beck. Osservare il lento cambiamento di Joe che cerca di diventare una persona migliore e vederlo sopraffatto da ciò che Love ha rappresentato, in questo punto della serie, ci ha fatto capire che adesso i ruoli si sono invertiti.

Questa seconda stagione mi ha profondamente coinvolta, guardandola ho perso la cognizione del tempo pensando, alla conclusione,: "ah ma è buio". L'ho letteralmente divorata e posso ritenermi soddisfatta del prodotto. A parte il prevedibilissimo avvenimento (successo anche nella stagione passata): Joe interrompe la relazione con una ragazza e finisce a letto con la vicina. 

Cosa abbiamo imparato, finora, da You? Che se hai il profilo pubblico su Instagram vuoi essere guardata da sconosciuti, che devi stare attenta a come guardi i prodotti all'ortofrutta...E soprattutto: se sei pazzo non disperare, ci sarà sicuramente qualcuno più pazzo di te che ti amerà alla follia. 

E ora? Bhe...non ci resta che attendere l'arrivo della terza stagione di You, confermata per errore da Penn Badgley stesso!

La seconda stagione di You è da guardare tutta d'un fiato...impossibile non fare altrimenti.

Episodio dopo episodio ti fa sentire sempre più coinvolto, facendo letteralmente perdere la cognizione del tempo.

Probabilmente abbastanza scontata, ma comunque estremamente soddisfacente.

madforseries.it

4,5
su 5,0

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.