Dexter
The Originals
Dirty John
I Medici
Squadra Speciale Cobra 11
The IT Crowd
MacGyver
The Big Bang Theory
Parks and Recreation
Torchwood
Santa Clarita Diet
2 Broke Girls
The OA
The Event
Vikings

Vento e tempesta a Grey's Anatomy: la recensione di Blowing in the Wind.

Vento e tempesta a Grey's Anatomy: la recensione di Blowing in the Wind.

Scritto da:  - 

E' ufficiale: Grey's Anatomy ha ritrovato la stoffa di un tempo. Blowing in the Wind, l'episodio che conclude la prima parte dello show, prima di ritrovarlo dopo la pausa invernale, è stato per me uno dei migliori delle ultime stagioni. Che avremmo pianto lo sapevamo già perché ci aveva avvertito Ellen Pompeo: ma non abbiamo solo pianto, abbiamo anche riso e pianto di nuovo perchè c'era azione, passione e tante emozioni contrastanti.

Una tempesta di vento sconvolge Seattle e quindi, il Pronto Soccorso dell Grey Sloan Memorial fa presto a riempirsi dei casi più strani. Quanto mi era mancato lo spettacolo del via vai di pazienti feriti in circostanze singolari, con medici e specializzandi che corrono come matti tra le corsie. E mi erano mancate tante altre cose che, finalmente, ho rivisto in questo episodio:

  • I drammi in ascensore. Sì, il vero dramma arriverà il prossimo episodio. Ma quanto è stato bello il multi-cliffhanger contemporaneo? 
  • Le confidenze tra Richard e la Bailey.  E' la coppia di colleghi che più preferisco in assoluto nel telefilm: hanno sempre avuto un rapporto particolare, legati da tanta stima professionale e personale. Nel momento in cui Miranda è diventata capo supremo, ricorderete, si sono venuti a creare molti attriti tra i due. Col tempo, fortunatamente, è tornato il sereno, però un momento di confronto e confidenza tra due amici come quello di ieri mi era davvero mancato e sono contenta di averlo visto. Anche perché, mi conforta molto vedere Weber  intenzionato a rimettersi a posto, a non tenersi tutto dentro, sfogandosi in modo sano e
  • I triangoli: finalmente hanno preso forma. Da un lato abbiamo Amelia, Owen e Teddy. Dall'altra - a molti non è piaciuto - abbiamo Meredith, il nuovo chirurgo ortopedico Lincoln, e De Luca. Devo dire che il primo mi appassiona un po' di più, ma non mi è dispiaciuto vedere Meredith confusa e un po' impacciata di fronte alle avances di De Luca.
  • Le scene hot: Per via del vento forte, Alex e Jo rimangono bloccati in casa, impossibilitati ad andare a lavoro e approfittano per rivivere una seconda luna di miele.
    Meanwhile, in ospedale (o meglio, in un ambulanza):
    Vento e tempesta a Grey\'s Anatomy: la recensione di Blowing in the Wind.
    Scoppia (finalmente) la passione tra Nico e Schmitt, il quale fa coming out con un monologo che merita senza dubbio di essere riportato:
    "Sai cos'altro è colpa tua? Il fatto che tu creda che io mi vergogni, perchè non è così.Non sono in un circolo vizioso, sono un Nerd. Essere attratto dai ragazzi non mi fa vergognare di più di ogni altra cosa nella mia vita. Sai cosa facevo, quasi tutte le sere, prima di andare al college? Stavo nel seminterrato di mia madre, con altri tre ragazzi del gruppo di dibattito, a giocare a Dungeons & Dragons. Ed è lo stesso seminterrato in cui vivo ora. Fidati quando ti dico che nessuno faceva sesso, nè con i maschi nè con le femmine. Il sesso era come la Spada del Sole: un'arma magica difficilissima da trovare nel gioco, praticamente una spada laser parlante. Ma non importa, il punto è che il sesso non esisteva per noi, quindi non sapevo di essere gay: io sapevo che provavo qualcosa per i ragazzi, ma non capivo cosa provavo finchè non mi hai baciato tu. Tu mi hai baciato e io ho sentito l'opposto della vergogna: ho sentito di esistere; tutto è andato in ordine, per la prima volta mi sembrava di tenere la Spada del Sole in mano". 
    Brividi, occhi lucidi e 50 minuti di applausi!

Sono tante altre le scene che mi hanno colpito positivamente.

  •  Amelia e Betty: la ragazza, sparita da tre giorni, riappare in ospedale lievemente ferita e confessa subito di essersi drogata, ma è tornata per stare con loro e con Leo. Amelia è arrabbiatissima, dà istruzioni per medicarla e va via. Però segue il caso assurdo di una ragazza con un selfie-stick conficcato in testa. La ragazza è incredibilmente lucida, parla, capisce, riesce a telefonare alla madre. Tuttavia però, non appena il chirurgo rimuove lo stick, si scatena una emorragia, e quindi sono costretti a dichiarare la morte cerebrale della ragazza. Mentre viene preparata all'espianto degli organi (per donarli), il suo cellulare inizia a squillare ed è la madre: risponde Amelia che quindi deve raccontare il triste accaduto. La cosa la colpisce molto, e la spinge a correre subito da Betty, abbracciarla, ringraziarla di essere tornata e dirle che può sempre tornare da lei. Una scena toccante e bellissima, specialmente perchè poco dopo scopriamo che Amelia vuole prendere ufficialmente in affido Betty.
  • L'iniziativa di Meredith: spinta da un discorso motivatore di Cece, la sua paziente matchmaker, che le dice di lottare, di provarci sempre, di prendere tutto dalla vita, finalmente ha uno slancio vitale e chiede al Dr. Link di uscire. (Per altro, De Luca - che assiste alla scena - fa lui stesso tesoro delle parole di Cece, e si butta anche lui, confessando alla dottoressa di provare qualcosa per lei). Può non piacere Lincoln, si può anche essere contrari al fatto che Meredith si rinnamori (succederà, fatevene una ragione), ci può ancora mancare troppo Derek (e ci manca tantissimo), però vederla finalmente padrona del proprio destino mi ha fatto dire "era ora". 
  • La coppia di pazienti Sandra e Raimondo: ma quanto erano carini? Litigavano di continuo, e litigavano persino ricordando le liti passate, ma si amano tantissimo e da oltre 40 anni e se mi dite che  non vi si è sciolto il cuore, mentite sapendo di mentire.

La puntata è stata sì bellissima come non se ne vedevano da un po', però non perfetta: due o tre cosine infatti non mi sono piaciute affatto: 

  •  Jolex: Karev e consorte sono adorabili, per carità! E poi, bloccarli in casa è stato un espediente per far tornare Miranda al comando (momentaneamente?), però francamente erano abbastanza inutili le scene che li riguardavano, potevamo fare a meno di quasi tutte.
  • La rivelazione: attendiamo dall'anno scorso il momento in cui Teddy avrebbe confessato a Owen di essere incinta...e poi? Glielo dice così, tra capo e collo? Ci sono rimasta male, sinceramente. Quando ho capito che stava per dirglielo ricordo di aver pensato " no, non è così scema da dirglielo ora". 
  • Jackson e Maggie: il fatto che si sarebbero rimessi insieme era più scontato dei pandori in offerta il 7 di gennaio. Ma se si dovevano riappacificare così presto, potevano evitare tutto quello psicodramma la settimana scorsa. E poi non ho per niente apprezzato il fatto che sia stata lei a dire a Jackson della malattia della madre. Non lo accetto e secondo me non reagirà molto bene neanche Catherine.
    Sicuramente, mi sentivo molto in sintonia con Meredith, evidentemente insofferente di fronte alle sue lamentele da adolescente della sorella, e lì lì pronta a mandarla a quel paese.

E voi che ne pensate? Vi è piaciuta la puntata? Quali scene avete apprezzato di più e quali di meno? Siete ansiosi di sapere come andrà avanti la storia, conclusa sul più bello con un bel cliffhanger degno di Grey's Anatomy?

Fateci sapere commentando sulla nostra pagina Facebook!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  

Ti consigliamo anche...

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.