The Order: Recensione della Prima Stagione. Successo o Flop?

The Order: Recensione della Prima Stagione. Successo o Flop?

Scritto da:  - 

La serie tv targata Netflix:The Order, è stata rilasciata dal colosso dello streaming video qualche tempo fa, esattamente il 7 marzo. La serie in questione, di genere fantasy/horror/adolescenziale è stata creata da Dennis Heaton e Shelley Eriksen. 

Lo show, segue le vicende della matricola del college Jack Morton (Jake Manley), che si unisce a una società segreta, l'Ordine appunto, che lo catapulta in un mondo fatto di magia e mostri, all'interno del quale, Jack, dovrà trovare la sua strada.

La prima stagione è composta da dieci episodi, e, dato l'ottimo riscontro ottenuto da quest'ultima, lo show è stato recentemente rinnovato per una seconda stagione (ne abbiamo parlato in questo articolo).

Trama e prime impressioni

La serie inizia subito in quarta, con una velocissima presentazione di personaggi principali e fin da subito tantissime domande ma nessuna risposta.
Il protagonista dello show, Jack Morton, viene ammesso alla Belgrave University e, con la felicità di nonno Peter (Matt Frewer), riesce a essere ammesso all'ordine, la misteriosa società segreta di maghi oscuri che lui e suo nonno inseguono per trovare il padre di Jack, Edward (Max Martini).
Il papà del protagonista infatti, sembrerebbe essere coinvolto nella morte della mamma di Jack.

The Order: recensione della prima stagione, successo o flop?

La giovane matricola, con l'aiuto della meravigliosa Alyssa (Sarah Grey) dovrà districarsi in questo mondo fatto di magia e mostri. La nostra protagonista femminile, è una ragazza della setta, nonché osservatrice di Jack, che inizierà a provare un interesse sentimentale verso il protagonista. Questo interesse però, dovrà fare i conti con il "nemico dell'ordine".

Il bello arriva quando il nostro protagonista, viene "scelto" dai licantropi come uno di loro, diventando in questo modo l'unico facente parte sia dell'Ordine, che dei Cavalieri. 

Capite bene che Jack si troverà "incastrato" in questa situazione e che dovrà capire da quale parte schierarsi, sopratutto quando scoprirà che suo padre è a capo dell'Ordine (con in mente un piano tutt'altro che buono) e, dato l'interesse sentimentale che egli prova nei confronti di Alyssa.

The Order: recensione della prima stagione, successo o flop?

Fin da subito, accadono innumerevoli vicissitudini e tutte con poche spiegazioni ma molta azione. Diciamo che dopo aver visionato tutta la stagione, ho avuto conferma delle impressioni avute nelle prime puntate(avevo recensito la prima puntata in questo articolo). 

Sostanzialmente le basi dello show sono buone, ma si poteva fare qualcosa di meglio.

Pro

La serie, a mio parere, è stata resa perfetta per gli amanti delle pellicole teenager, in quanto tutto ruoterà intorno ai giovani ragazzi protagonisti della serie, alle prese con magia e mostri. È una serie che tiene abbastanza col fiato sospeso, ma che sa strappare una risata ogni tanto, per lo più grazie ai "compagni" licantropi, che sono un trio devoto a risate, beer pong e una sana dose di impulsività. Tra di essi, ricordiamo il simpaticissimo Randall (Adam DiMarco), che diventa nel corso della stagione il migliore amico di Jack.

The Order: recensione della prima stagione, successo o flop?

Anche la trama risulta essere una novità nel mondo del sovrannaturale, in quanto, pur avendo già visto innumerevoli volte i licantropi in queste storie, qui, li troviamo in contrasto con la magia oscura (mai visto questo antagonismo precedentemente) e non presentati come i classici lupi mannari ai quali siamo stati abituati.

Per quanto riguarda la fotografia, è evidente che ci sia stato un ottimo team e un'ottimo investimento, soprattutto nel realizzare le scene di magia. Anche i lupi mannari, dopo la loro trasformazione, appaiono visivamente ottimi, rispecchiando la classica figura del licantropo, anche se la mutazione non avverrà tramite il classico morso, ma con una "scelta" da parte delle pelli di lupo (hanno una sorta di potere magico) che decidono di volta in volta, a chi "donare" i loro poteri.

Il ruolo del gruppo di licantropi inoltre, è una novità del genere, infatti sarà quello di essere una sorta di cavalieri, pronti a difendere gli innocenti dalla magia. 

Stessa missione per i maghi oscuri, che usano la magia per difendere le persone più deboli.

Ovviamente però, anche se le basi di entrambe le sette siano positive c’è sempre qualche elemento di ognuna di loro pronto a fare tutto il contrario. Per lo più per la classica sete di potere.

L’interpretazione dei vari attori mi è sembrata molto buona, infatti tutti i personaggi riusciranno ad avere il loro posto senza stonare nella storia di fondo. Anche il doppiaggio in italiano mi è sembrato soddisfacente.

The Order: recensione della prima stagione, successo o flop?

Contro

Tra i contro della serie, sicuramente la velocità della serie. Fin dalla prima puntata infatti, tutto si svolge molto velocemente: lasciando spesso molte questioni in sospeso. Ci sono fin da subito innumerevoli morti, alcune anche evitabili, che vengono trattate con troppa leggerezza, sopratutto considerando che stiamo parlando di un campus universitario.

Altro contro, l'impronta un pò "strana" data alla serie, mi spiego meglio: ci sono delle situazioni affrontate con estrema serietà e maturità dal protagonista e altre situazioni della serie invece, trattate con veramente troppa superficialità, un comportamento non particolarmente realistico per il suo personaggio.

Capisco che i protagonisti siano dei teenager, ma bisogna fare una scelta. O si sceglie di creare un telefilm per teenager con un po di horror, allora non si mette tutta questa violenza con scene cruente, oppure le si usa, ma senza dare un'impronta quasi "infantile".

The Order: recensione della prima stagione, successo o flop?

Conclusioni

Ebbene, credo che The Order, sia una serie tv "carina", da vedere senza troppo impegno, che strappa una risata di tanto in tanto

Bisogna prenderla per quello che è, senza farsi troppe illusioni dopo aver visto il trailer. Ha molti aspetti positivi e qualcuno negativo. Intrigante per la trama e per la bravura degli attori, ma non abbastanza da riuscire a non vedere alcune decisioni dubbie prese dai produttori.

Lo consiglio sicuramente a chi ha voglia di vedere un bel telefilm per teenager, che abbia anche il desiderio di farsi quattro risate "insieme" ai protagonisti dello show, e che sia saturo della solita faida ormai divenuta noiosa tra licantropi e vampiri.

Come sempre, vi invitiamo a dire la vostra sulla nostra pagina Facebook e per tutte le info inerenti alla serie, vi rimandiamo alla relativa scheda. 

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.