The Long Night: George R. R. Martin parla dello Spin-off di Game of Thrones

The Long Night: George R. R. Martin parla dello Spin-off di Game of Thrones

Scritto da:  - 

Ad ormai pochissimi giorni dall'uscita dell'ultima stagione di Game of Thrones, il creatore di Le Cronache Del Ghiaccio E Del Fuoco, George R.R. Martin, ha commentato durante un'intervista lo spin-off de il Trono di Spade in cantiere, intitolato The Long Night. Prima di andare a scoprire cosa ha affermato lo scrittore statunitense a riguardo, facciamo un piccolo re-cap su ciò che già sappiamo sul prequel.

Le notizie iniziali

Lo show, che arriverà nel corso del 2020 e avrà per protagonista Naomi Scott, sarà diretto da S.J. Clarkson(Heroes e Dr. House) e guidato dalla showrunner Jane Goldman (X-Men: First Class, Kingsman, Kick-Ass).

The Long Night: George R. R. Martin commenta il Sequel di GOT

Il personaggio della Watts è descritto come "una carismatica leader politica che nasconde un oscuro segreto". Non ci è ancora dato sapere di quale casata faccia parte la protagonista, ma è quasi certo che, sia quella dei Lannister che quella degli Stark, appariranno nel prequel. 

Qui di seguito invece, trovate le dichiarazioni a riguardo fatte dalla HBO:
"The Long Night sarà ambientata migliaia di anni prima rispetto agli eventi di Game of Thrones, e racconterà la fine dell'età dell'oro degli eroi".

Inoltre, ha affermato anche che nel corso degli episodi, saranno rivelati "oscuri segreti della storia del mondo creato da George R. R. Martin, come la vera origine dei White Walkers, i misteri di Essos e della casa degli Stark".

I fan dello scrittore americano sapranno di certo che il titolo annunciato da HBO allude a un particolare periodo storico di Westeros, ovvero l'inizio della leggendaria Lunga Notte, un rigido inverno che durò per un'intera generazione e che portò a una feroce battaglia fra gli umani e l'esercito degli Estranei.  

In base ai libri e ai racconti creati da Martin, sappiamo che l'epoca in questione risale a millenni prima della Conquista di Aegon Targaryen, quando i Figli della Foresta e I Primi Uomini siglarono un trattato di pace che avrebbe garantito la convivenza di entrambe le razze, denominato "il Patto" (firmato cirà 10.000 anni prima della conquista di Aegon)In particolare, nella prima stagione della serie HBO, viene raccontato al piccolo Brandon Stark che La Lunga Notte si registrò tra l'8000 e il 6000 PC (Prima della Conquista). 

Questo ci porta a pensare, che bisognerà aspettarsi un mondo completamente diverso rispetto a quello che abbiamo imparato a conoscere nelle stagioni di Game of Thrones. Il che comprende luoghi, architetture, paesaggi e usi e costumi molto più primitivi rispetto a quelli tipicamente medievali a cui siamo stati abituati dalla serie Madre di David Benioff e D.B. Weiss.

The Long Night: George R. R. Martin commenta il Sequel di GOT

Novità dall'intervista di Martin

Nel corso di una recente intervista George R.R. Martin, ha confermato quello che già sapevamo riguardo al periodo degli eventi che verranno raccontati nel prequel e ci fornito qualche novità grazie alla quale possiamo escludere alcuni eventi avvenuti in quell'ampio lasso di tempo all'interno del quale ci fu The Long Night.

Qui di seguito trovate l'intervista allo scrittore:

"Le riprese non sono ancora iniziate, ma hanno una grande regista e un cast straordinario e ormai è praticamente tutto pronto. Ho seguito la cosa molto da vicino, e posso dirvi che sarà decisamente molto diverso dalla serie principale. Con il fatto che sarà ambientata migliaia di anni nel passato rispetto a Game of Thrones, avremo a che fare con un continente Westeros praticamente inedito. Niente draghi, niente Trono di Spade, niente Approdo del Re. Sarà interessante scoprire quale sarà la reazione dei fan."

The Long Night: George R. R. Martin commenta il Sequel di GOT

Dunque, pur sapendo che la serie racconta l'origine degli Estranei e l'Era degli Eroi, il commento di Martin sull'assenza di draghi, ci spinge a togliere dalle tantissime possibilità inerenti al periodo trattato nel prequel (ricordiamo che il periodo in questione copre un lasso di tempo davvero ampio, oltre 2000 anni) l'Antica Città di Valyria, dato che l'Impero che essa fondò era dominato dai Signori dei Draghi.

Non ci resta che goderci l'ultima stagione ormai in arrivo di Game of Thrones e aspettare con ansia tutte le novità che verranno fuori sul prequel.

Vi invitiamo a commentare la notizia con le vostre opinioni sulla nostra pagina Facebook e per tutte le info inerenti alla serie madre, vi rimandiamo alla relativa scheda. Stay Tuned!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.