The Handmaid's Tale 4: Trama, Cast, Trailer, Data e Anticipazioni sulla nuova Stagione

The Handmaid's Tale 4: Trama, Cast, Trailer, Data e Anticipazioni sulla nuova Stagione

Scritto da:  - Data di pubblicazione: 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

La prima stagione di The Handmaid’s Tale ha debuttato in modo memorabile a soli tre mesi dalla presidenza di Donald Trump, rendendo molti dei suoi temi distopici, in particolare la limitazione dei diritti riproduttivi, ancora più risonanti. Dopo un ritardo di quasi due anni a causa della pandemia, lo spettacolo tornerà finalmente sui nostri schermi per la sua quarta stagione il 28 aprile, e vedrà June (Elisabeth Moss) guidare una rivoluzione contro Gilead.

Dopo aver contrabbandato con successo quasi 100 bambini attraverso il confine verso la salvezza, June ha trovato lei stessa un po' di libertà, ma secondo la sinossi ufficiale, "il suo desiderio di giustizia e vendetta minaccia di consumarla e distruggere le sue relazioni più care". E proprio come la nostra realtà politica nell'era post-Trump, molti dei personaggi scopriranno che la loro nuova, più promettente esistenza ha delle sfide tutte sue.

Moss e i produttori Bruce Miller e Warren Littlefield hanno offerto alcuni teaser su cosa aspettarsi a un panel virtuale della Television Critics Association Press Tour, quindi, in attesa del debutto, ecco ciò che sappiamo della stagione 4.

Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo
Immagine secondaria dell'articolo

Premi sull'immagine per ingrandirla.

La trama

Come sanno i fan di The Handmaid's Tale, la conclusione dello scorso capitolo ha lasciato gli spettatori in parte sollevati, in parte ansiosi: sebbene June sia infatti riuscita a liberare molte donne e bambini da Gilead, soffre a causa di una ferita di arma da fuoco. Ma sembra che questo sia solo l'incipit:
“June sta entrando in un mondo molto interessante. È in fuga, ha con sé donne di cui si sente responsabile. Sta anche morendo dissanguata, fondamentalmente, alla fine della stagione tre", ha affermato Bruce lo scorso dicembre. "June assaggerà la libertà ora, e noi la seguiremo".

Nella quarta stagione di The Handmaid’s Tale, June è un "feroce leader ribelle" ma i rischi che prende "portano nuove sfide inaspettate e pericolose". La sua missione di ottenere giustizia e vendetta, però, inizia a consumarla e minaccia persino di "distruggere le sue relazioni più care". Questo sembra che potrebbe influenzare il già complicato rapporto di June con Nick. 

Come sappiamo, la figlia di June e Nick è fuggita in Canada per essere assistita dal marito di June, Luke. Incapace di sopportare il pensiero di lasciare sua figlia Hannah, June giura di continuare a lottare per la libertà di entrambe: questo si rivelerà troppo per Nick? Subito dopo la messa in onda dell'episodio finale della terza stagione, lo show ha condiviso una loro clip su Instagram con la didascalia: "C'è un futuro per Nick e June?".

Di ritorno in Canada, la bellissima stagione 3 che termina con i bambini che scendono dall'aereo suggerisce l'arrivo di vicende più grandiose, e la gente in Canada giocherà un ruolo più importante nella prossima stagione, secondo Bruce Miller:
"Le persone a Toronto fanno parte della storia tanto quanto le persone a Gilead. Tutte le persone a Toronto ci stanno mostrando quello che vedrà June se mai uscirà. Ci sono molte storie e percorsi possibili per June, ma non sarà tutto così semplice".

The Handmaid\'s Tale 4: Trama, Cast, Trailer, Data e Anticipazioni sulla nuova Stagione

"Stiamo realizzando le cose che avevamo impostato, e penso che sia molto soddisfacente" ha promesso Miller sulla nuova stagione. Tutti coloro i quali sono coinvolti nello spettacolo sanno che può essere difficile andare avanti, specialmente nei momenti in cui non c'è stata una vera fine in vista della sofferenza di tutti i personaggi, e in questa stagione, una fine ci sarà. "In questa stagione non abbiamo temporeggiato. Era ora che succedesse qualcosa di grosso. Mi fa pensare che ci sia ancora molta vita in questa storia".

Mentre nelle stagioni 1 e 2 abbiamo visto la casa di Waterford, e nella stagione 3 la casa del comandante Lawrence, nell'inedito capitolo non c'è equivalente, con June e molte altre ancelle liberate: "Nella quarta stagione, siamo nomadi", ha detto Littlefield. “Stiamo seguendo la passione di June, la sua spinta, la sua incessante ricerca del cambiamento e questo ci porta ovunque. Siamo in viaggio. Non esiste una base di partenza". Miller ha aggiunto che, a differenza delle stagioni precedenti, che erano spesso deliberatamente claustrofobiche, la quarta stagione è "esattamente l'opposto".

Secondo Moss e Miller, a parte i ritardi di produzione, la pandemia non ha avuto un impatto importante sul contenuto della stagione. Anche se alcune scene nei primi episodi della quarta stagione sembrano essere state girate in modo da consentire il distanziamento sociale, Moss ha affermato che i protocolli COVID-19 non hanno forzato molti cambiamenti:
"All'interno del cast, all'interno di quella sorta di bolla che abbiamo chiamato 'Zona A' e che abbiamo creato grazie ai nostri rigorosi test e messa in quarantena, siamo stati in grado, per fortuna, di procedere con le riprese come avremmo voluto. In certi punti c'erano due persone nella stanza. Siamo stati in grado di fare quello che volevamo e quello che avremmo fatto comunque, cosa di cui eravamo molto grati".

Il cast

Ovviamente, Elisabeth Moss tornerà nei panni della protagonista June, e Miller a tal proposito ha affermato:
"Sarà sempre la storia di June. Lo spettacolo è tutto dal punto di vista di June - tutto, comprese le scene con altre persone. Parte di ciò che rende lo spettacolo così spaventoso è quella prospettiva limitata".

In un'intervista, Moss si è rivolta ai critici che ritengono che June sarebbe dovuta morire molto tempo fa:
"Capisco perfettamente. La stronza è una gatta che ha avuto nove fottute vite. Probabilmente dovrebbe essere morta, ma è anche la protagonista, cosa vuoi che facciamo? La terza stagione era tipo: 'Okay, okay, so che stiamo tirando la corda, lo so...Siamo tutti d'accordo che è ora di portarla da qualche altra parte. Non può tornare a Gilead".

Moss farà anche il suo debutto alla regia nella quarta stagione, prendendo il comando nell'episodio tre.

Insieme a Elisabeth Moss ritroveremo:

  • Alexis Bledel - Emily/Ofglen
  • Joseph Fiennes - Comandante Fred
  • Yvonne Strahovski - Serena Joy
  • Madeline Brewer - Janine/Ofwarren/Ofdaniel
  • OT Fagbenle - Luke
  • Max Minghella - Nick
  • Ann Dowd - zia Lydia
  • Bradley Whitford - comandante Joseph Lawrence
  • Clea DuVall - Sylvia
  • Amanda Brugel - Rita
  • Samira Wiley - Moira.

Anche la star di The Haunting of Hill House Mckenna Grace si è unita al cast, e reciterà nei panni della signora Keyes, un'adolescente, acuta e intelligente moglie di un comandante molto più anziano che governa la sua fattoria e la sua famiglia con sicurezza. Ha una vena ribelle e sovversiva, è calma e devota all'esterno, ma con un lato folle nascosto.

Il trailer e la data di uscita

A fine marzo, Hulu ha rilasciato il trailer ufficiale della prossima stagione di The Handmaid's Tale - di cui abbiamo parlato in questo articolo.

La quarta stagione di The Handmaid's Tale sarà rilasciata il 28 aprile su Hulu e il 29 aprile su TIM Vision.

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.