The Flight Attendant: Recensione del 3° Episodio della nuova Serie TV HBO Max con Kaley Cuoco

The Flight Attendant: Recensione del 3° Episodio della nuova Serie TV HBO Max con Kaley Cuoco

Scritto da:  - Data di pubblicazione: 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Rispetto alla festaiola e incasinata Cassie, la sua collega di lavoro Megan Briscoe potrebbe sembrare un po’ noiosa, ma come rivela Funeralia, in realtà anche lei ha qualcosa da nascondere.

All'inizio, Megan sembra semplicemente stravedere per la “bellissima e affascinante” Cassie, ma durante una folle notte a Roma le confessa di celare molti segreti, cosa di cui ci eravamo già accorti in Rabbits, puntata in cui l’abbiamo vista nascondere dei contanti in un soprammobile e scambiare delle pillole per delle chiavette USB non rintracciabili.

Il terzo episodio rivela il motivo per cui Megan ha bisogno di questi impulsi: "È così eccitante”, sussurra all’uomo che incontra in un bar e che le aveva chiesto di scaricare alcuni file dal computer di lavoro di suo marito...Sembra qualcosa di grosso, e questo potrebbe spiegare perché Megan racconta così tanto del flirt di Cassie e Alex ai federali: per coprire le sue azioni tutt'altro che legali. Ed ecco scoperto perché si chiede se gli agenti abbiano chiesto a Cassie qualcosa di lei.

Cassie scoprirà cosa sta combinando Megan? Mentre cerca di risolvere la situazione in cui si è cacciata, potrebbe anche indagare su ciò che sta nascondendo la sua collega? I "giochi di spionaggio" di Megan potrebbero in qualche modo essere collegati a tutti i misteri che Cassie sta scoprendo su Alex? È probabile che, prima o poi, le due trame si intersecheranno.

The Flight Attendant: la Recensione del 3° Episodio della nuova Serie TV HBO Max con Kaley Cuoco

The Flight Attendant finora ci ha mostrato quanto la vita di Cassie fosse selvaggia e completamente folle, ma Funeralia ci ha fatto porre molte più domande di quante risposte ci abbia dato.

Nei primi tre episodi, Cassie ha cercato - senza riuscirci - di capire chi fosse Alex Sokolov e perché qualcuno volesse ucciderlo, ed è stato fatto intendere che c'è ancora molto da ricordare: nessuna scena è riempitiva, ogni singolo dettaglio viene mostrato con cognizione di causa, perché deve essere lì, in quel preciso momento.

Dai flashback, è chiaro che il padre di Cassie non era un granché come genitore, dato che le dava la birra anche se Cassie era solo una bambina. Non c'è quindi da stupirsi che la protagonista abbia una dipendenza dall'alcol, adesso. Dalle varie telefonate, abbiamo successivamente capito che il fratello non è - ovviamente - contento della sua dipendenza, quindi forse sarà in grado di aiutare sua sorella ad abbandonare questa abitudine.

Ma la domanda più grande che lo spettatore si è posto è: chi è Miranda? Dopo averla vista indagare su Cassie (e viceversa), finalmente le vediamo incontrarsi per la prima volta dopo l'omicidio alla fine dell'episodio. Che sospettino l'una dell'altra? Che sia Miranda l'assassina? Sta cercando di uccidere Cassie? E perché nessuno vuole parlare di questa donna? È davvero chi dice di essere?

Oltre al fatidico incontro di Cassie e Miranda (che porterà ovviamente a nuovi sviluppi), anche la decisione di Megan di "prendere in prestito" i file è una sottotrama interessante, che speriamo non venga messa in secondo piano nei prossimi episodi.

Funeralia incuriosisce ulteriormente lo spettatore. Mentre i ricordi sull'omicidio sono ancora avvolti da un alone di mistero, vengono messe in risalto alcune sottotrame interessanti e totalmente inaspettate, rendendo il tutto ancora più coinvolgente. 

The Flight Attendant continua a stupire!

madforseries.it

4,6
su 5,0

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.