The Boys 2: Recensione dei primi Tre Episodi della nuova Stagione della Folle Serie TV Amazon

The Boys 2: Recensione dei primi Tre Episodi della nuova Stagione della Folle Serie TV Amazon

Scritto da:  - 

Torna finalmente su Amazon Prime Video la serie più folle del momento, The Boys, e lo fa con i primi tre episodi già disponibili per tutti gli utenti del servizio del colosso dell'e-commerce.

Lo show, ideato da Eric Kripke e ispirato alla serie a fumetti di quel pazzo di Garth Ennis, ci aveva lasciato con un grandissimo colpo di scena e con tanta voglia di rivedere il gruppo più cazzuto di sempre prendere a calci nel sedere i Sette, praticamente gli Avenger della serie, superstar con super poteri e veri e propri idoli della gente, ma pieni di scheletri nell'armadio.

In questi primi tre episodi ritroviamo tutto quello che aveva reso la serie di Kripke già un prodotto di culto amato da tutti.
Brutale e politicamente scorretta, la serie Amazon riprende così come l'avevamo lasciata, investendo lo spettatore e non lasciandogli quasi il tempo di riprendere fiato data la miriade di sequenze adrenaliniche.

Tornano i personaggi amati nella prima incredibile stagione: il leader dei The Boys, Billy Butcher (Karl Urban) pronto a spaccare nuovamente qualche mascella, che dopo gli sconvolgenti eventi personali ritrova l'ingenuo Hughie (Jack Quaid) con cui stavolta avrà diversi problemi, Latte Materno (Laz Alonso), muscoli e cervello del gruppo, Frenchie (Tomer Kapon), personaggio molto eccentrico e ultima ma non per importanza, l'assassina Kimiko (Karen Fukuhara) più "umana" rispetto alla stagione precedente.

Tra le insidie della Vaught con a capo Mr. Edgar a cui presta il volto il mitico Giancarlo Esposito, e la perfidia di Patriota, interpretato da un superbo Antony Starr, ci vengono presentati nuovi personaggi, primo su tutti Stormfront, nuova eroina dei Sette interpretata da Aya Cash, che sarà sicuramente un elemento fondamentale della nuova stagione. 

Nell'arco di circa tre ore Kripke mostra i muscoli ricordandoci che questo non è uno show come tanti dati il fare provocatorio e sopra le righe di gran parte dei personaggi e l'eccessiva violenza delle scene, veri e propri marchi di fabbrica.

In questo primo assaggio di seconda stagione comprendiamo come questa sia esagerata da una parte, e più psicologica e riflessiva dall'altra rispetto alla precedente, spaccando comunque lo schermo ma buttando giù con ordine le basi per le prossime puntate.
Un incipit che da un'impronta forte allo show e che lascia lo spettatore con la voglia di vedere i restanti cinque episodi che, ricordiamo, usciranno con cadenza settimanale dato che Amazon ha deciso (sadicamente) di non rilasciare la stagione al completo.

Dunque, tre episodi convincenti e divertenti ricchi dello spirito della prima stagione ma con innesti che innalzano il valore qualitativo, già molto alto, dello show e regalano ai fan la giusta dose di splatter e cattiveria di cui sentivano il bisogno sin dal finale di stagione.

The Boys torna con la giusta carica! Tra sangue, scorrettezze e black humor, i primi tre episodi della nuova stagione gettano solide basi per il proseguo della stessa.

I ragazzacci sono tornati e i super hanno le ore contate!

madforseries.it

4,8
su 5,0

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.