Shrill
Sanctuary
Derrick
Master of None
The Killing
Mr. Robot
The Last Ship
Tell Me a Story
Sex Education
Maniac
Scrubs - Medici ai Primi Ferri
Beat
Broadchurch
GLOW
Doctor Who

Orange is the New Black: la Recensione della Settima e Ultima Stagione della Serie Netflix

Orange is the New Black: la Recensione della Settima e Ultima Stagione della Serie Netflix

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

E così siamo giunti alla conclusione di Orange is the New Black. Forse non tutti si aspettavano un finale simile (e nemmeno io, a dire la verità): finora, nel corso delle stagioni, ci siamo sempre chiesti chi sarebbe uscito dalla prigione, ma in quest'ultimo capitolo non si tratta più di quella semplice domanda, è più un: "Chi ce la farà? Chi starà bene?" perché, da quanto abbiamo visto, l'uscire di prigione potrebbe facilmente escludere lo stare bene. E quindi no, non tutti ce la fanno. Gli spettatori che cercano il tipo di chiusura confortevole, soddisfacente stile "e vissero tutti felici e contenti" probabilmente avranno difficoltà a metabolizzare molto di tutto ciò che è successo in questa stagione finale.

La scelta standard e prevedibile di una serie TV che sappiamo già che si concluderà, sarebbe (come si diceva prima) quella di veder trionfare la giustizia, vedendo il raggiungimento di un traguardo, ma Orange is the New Black danza con un ritmo molto diverso.

Mentre Piper è alle prese con le difficoltà di una pregiudicata all'esterno, chi è rimasto nel carcere di Litchfield fa di tutto per affrontare il proprio destino o cerca di migliorarlo (come Blanca, Maria, Gloria e Tiffany). Ma mentre pensi che forse potrebbe esserci un lieto fine per tutte...Beh, hai ragione a pensarlo solo un terzo delle volte: il destino delle detenute ci ha ripetutamente lasciati col fiato sospeso.

Daya a parte, tutti i personaggi hanno intrapreso un percorso verso la luce e verso la redenzione. Persino Fig ha mostrato di essere cambiata: ha chiuso la sezione di Massima Sicurezza, voleva un bambino (poi non più, poi ne ha adottato uno) e ama davvero Joe!
Redenzione e belle notizie a parte, nel corso delle puntate abbiamo visto una Red assente e irriconoscibile per colpa della Massima Sicurezza che le ha causato danni cerebrali.

Vedere per 6 stagioni quanto questa donna sia forte e assistere a un crollo così repentino, veder spegnersi questa fiamma in poche puntate è stato un duro colpo.
Sì, abbiamo visto crollare anche Lorna a causa della morte del figlio ma è diverso, sapevamo già che era matta da legare!

Orange is the New Black 7: La Recensione della Stagione Finale dello Show Netflix

Il punto sul quale mi voglio focalizzare è Taystee. Il finale della sesta stagione di Orange Is the New Black è stato uno degli episodi più memorabili di sempre, e questo è in parte dovuto alla condanna all'ergastolo di Tasha Jefferson, essendo stata giudicata colpevole della morte di Piscatella. Quindi, un'altra domanda che mi sono posta durante il corso di queste 13 puntate, è se Taystee avrebbe ottenuto la giustizia che meritava.

All'inizio della stagione, Taystee fa fatica a fare i conti con la sua realtà, quindi compra da Daya la stessa droga che ha ucciso Daddy (ah già, è morta). Secondo il suo punto di vista, uccidersi è l'unico modo che avrà mai per uscire di prigione.

Dopo il rilascio anticipato di Cindy, è stato ritrovato il suo quaderno in cui aveva raccontato cosa era realmente successo a Piscatella, ma purtroppo l'avvocato di Taystee pensa che il quaderno non sia una prova sufficiente che scagioni la detenuta.
A questo punto Taystee perde di nuovo la speranza, ripensa alla soluzione del suicidio ma fortunatamente una serie di eventi, tra cui la morte per overdose di Doggett, le permette di riflettere sulle decisioni prese. Decide quindi di incanalare le energie per aiutare gli altri aprendo una raccolta fondi in onore dell'amica Poussey (esiste veramente!) che aiuta economicamente chi è appena uscito di prigione. 

Insomma, qual è il mio verdetto? Sono successe tante cose, molte delle quali pressoché inutili alla trama generale (come la morte di Daddy) che ti hanno fatto pensare un semplice "ah ok". Dopo 6 stagioni "bomba", ammetto che mi sarei aspettata un'ultima stagione "ATOMICA" ma, proprio come Red, questo show si è spento lentamente.
Nonostante la stagione, nonché la serie, sia ufficialmente conclusa, ho ancora mille domande che mi frullano per la testa. Perché Cindy e Suzanne non hanno raccontato cos'era successo realmente a Piscatella? Cosa succederà tra Red e Frida? Ma soprattutto: che fine ha fatto John Bennett?

Cosa pensate di questa stagione conclusiva di Orange is the New Black? Siete soddisfatti? Fatecelo sapere in un commento sulla nostra pagina Facebook!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  

Ti consigliamo anche...

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.