Dieci Curiosità che (forse) non sapevi su The Big Bang Theory, la Serie TV di CBS

Dieci Curiosità che (forse) non sapevi su The Big Bang Theory, la Serie TV di CBS

Scritto da:  - 

The Big Bang Theory è una commedia che ci ha tenuto compagnia per ben 10 anni (che abbiamo recensito in questi articoli) e che faremo fatica a dimenticare. Per tutti noi è stato impossibile non affezionarsi a ogni singolo personaggio...Sì, Stuart compreso! Converrete con me nel dire che il vuoto lasciato dalla sua conclusione non può essere sopperito nemmeno dallo spinoff Young Sheldon, per quanto anch'esso sia fantastico. Ma siete sicuri di sapere tutti i fatti del dietro le quinte della serie madre? Davvero? Anche questi? Scopritelo in questo articolo!

1. Jim Parsons pensava che fosse un game show

Quando l'agente di Jim Parsons chiamò il suo cliente dicendogli che Chuck Lorre voleva che facesse il provino per un pilota, Parsons fraintese: "All'epoca non conoscevo Chuck Lorre", ha confessato l'attore. "Pensavo stesse parlando di Chuck Woolery. Ho pensato, perché ne sono così entusiasti? Dovremmo vedere che cosa ha da offrire quest'uomo prima di esultare dicendo 'È un nuovo pilota di Chuck Woolery!'".
Per farvi capire, Chuck Woolery è la versione americana di Gerry Scotti.

2. Kunal Nayyar è stato assunto perché ritenuto "affascinante"

Ricordando i primi tempi dello show, Prady ha spiegato come il personaggio di Raj sia entrato a far parte della serie: “Quando stavamo cercando l'attore per quella parte, volevamo un membro internazionale, perché nel dipartimento di scienze in un università non ci sono solo americani", ha raccontato Prady. "È uno dei tipi di comunità più internazionali. Quindi abbiamo optato per una persona di origine straniera. E così abbiamo fatto casting a coreani e latini. E poi Kunal entrò per il provino, ed era esattamente come Jim Parsons. Era solo l'ottava persona di ventisette, e ci è piaciuto subito, era affascinante”.

3. Wil Wheaton come nemesi

Wil Wheaton, che interpreta una versione pacatamente malvagia di se stesso nello show ha detto: "Stavo parlando su Twitter di quanto amassi lo spettacolo e di come pensassi che fosse davvero divertente". Il produttore esecutivo Steven Molaro ha visto il tweet dell'attore e gli ha chiesto di fargli sapere se voleva prendere parte alle riprese. Pochi giorni dopo Wheaton ha ricevuto un'e-mail dall'assistente di Bill Prady per apparire nello show: "Pensavo che l'e-mail fosse uno scherzo di uno dei miei amici, quindi l'ho semplicemente ignorata".

Quando Wheaton si rese conto che l'e-mail era legittima telefonò a Prady, il quale spiegò che voleva una nemesi per Sheldon: "È sempre divertente essere il cattivo", ha detto Wheaton. Anche se il personaggio si è evoluto nell'alleato di Sheldon, Wheaton ha detto: "Lo chiamo ancora Evil Wil Wheaton".

Dieci Curiosità che non sapevi su The Big Bang Theory

4. Chuck Lorre pensava che andare in onda alle 20 fosse l'inizio della fine

Lo spettacolo ha trasmesso diversi episodi nell'autunno del 2007, ma uno sciopero della Writers Guild ha interrotto la produzione fino all'anno successivo. Quando lo spettacolo è tornato a marzo, la fascia oraria di trasmissione ha subito una variazione, trasferendo The Big Bang Theory alle 20. Durante un panel del Comic-Con del 2009 con il cast e i produttori dello show, il moderatore ha chiesto a Lorre di esprimersi sul cambiamento di orario scelto dalla CBS: "Ragazzi, ci avete seguito quando ci hanno messo alle 21.30 ed è quello che ci ha tenuti in vita", ha risposto. "Abbiamo trasmesso otto episodi prima dello sciopero. Quando lo sciopero era finito, la CBS ci ha mandati in onda alle 20 e abbiamo pensato che potesse essere la fine. Invece ci avete seguito".

5. I motivi del successo della serie secondo Jim Parsons

In un'intervista, Parsons ha espresso la sua opinione sul perché The Big Bang Theory attirasse più di 20 milioni di telespettatori ogni settimana, un numero davvero considerevole che non si registrava dai tempi di Friends:  "Non è necessario stare sempre al passo con questa serie", ha detto. "'Non ho visto le prime tre stagioni, ora non lavorano più nella mafia, non capisco cosa sia successo!'. Se non sai cosa guardare in TV, ad oggi c'è un'ampia scelta, quindi nessuno ti chiede di seguirci puntata dopo puntata. Puoi goderti il nostro spettacolo senza un appuntamento settimanale".

6. Lo show non è stato girato in modo tradizionale

Invece di scrivere una premessa, descrivendo i vari personaggi e la visione a lungo termine dello show e presentarla alla CBS, i co-creatori Chuck Lorre e Bill Prady hanno rivelato che per la loro presentazione alla rete hanno scritto un sceneggiatura completa, l'elenco degli attori assunti e, come ha spiegato Lorre, l'hanno messa in scena per il presidente della CBS Les Moonves. Lorre ha trovato l'esperienza "pazza", ma ovviamente ha funzionato!

7. Ed Robertson e la sigla dello show

Lorre e Prady sono andati a un concerto dei Barenaked Ladies e sono rimasti colpiti dal cantante Ed Robertson, il quale ha cantato una canzone sulla teoria cosmologica. Notato ciò, lo hanno contattato per scrivere la colonna sonora della serie, intitolata "The History of Everything". Nel 2013, Robertson ha dichiarato alla CBS News di aver precedentemente scritto alcune canzoni per la TV e per alcuni film per poi essere rifiutato, quindi inizialmente era riluttante ad accettare il lavoro.

Lorre e Prady dissero a Robertson che era la loro unica scelta, quindi egli accettò di salire a bordo. La prima versione durò 32 secondi, ma Robertson dovette ridurla a 15 secondi. La versione originale era acustica, cosa che Lorre adorava, ma il cantante voleva che anche la sua band partecipasse al progetto. Lorre accettò e si innamorò della nuova versione che oggi conosciamo tutti!

Dieci Curiosità che non sapevi su The Big Bang Theory

8. No, Sheldon non ha l'Asperger

A causa della natura asociale di Sheldon, gli spettatori hanno spesso supposto che il fisico teorico avesse la sindrome di Asperger. Ma Prady ha affermato: "Scriviamo il personaggio come personaggio. Molte persone vedono varie cose in lui e creano connessioni. Per noi la madre di Sheldon non ha mai ricevuto una diagnosi, quindi non noi ne abbiamo una".

Parsons stesso non ne è del tutto sicuro, però: "La sindrome di Asperger è emersa come una domanda nei primi episodi. Mi è stato chiesto da un giornalista e ne avevo sentito parlare, ma non sapevo cosa fosse in particolare. Quindi ho chiesto agli scrittori, ho detto: 'Stanno chiedendo se Sheldon ha l'Asperger' e loro dissero 'No' E io ho detto 'Ok'. Mi piace il modo in cui viene gestito...Ecco chi è questa persona: è solo un altro essere umano".

9. Un nuovo tipo di medusa è stata chiamata Bazinga

Nel 2013 un fotografo ha individuato un nuovo tipo di medusa sulla costa orientale dell'Australia, ne ha scattato una foto e l'ha inviata alla biologa marina Lisa-ann Gershwin. Questa medusa, chiamata Bazinga Rieki, non poteva essere inserita in nessuna famiglia già nota, quindi vennero "inaugurati" la famiglia delle Bazingidae e il sottordine delle Ptychophorae. È la prima volta in più di 100 anni che viene scoperto un nuovo sottordine di meduse. Per ora, è l'unico membro del genere Bazinga, slogan di Sheldon che significa "Ti ho fregato". Parole perfette per descrivere il fatto che la specie non fosse stata ancora scoperta grazie alle sue piccole dimensioni, scambiate per un esemplare giovane di un'altra specie.

10. La paga stratosferica del cast

Nell'agosto 2017, Variety ha pubblicato un elenco degli attori più pagati della televisione e i principali membri del cast di The Big Bang Theory come Kaley Cuoco, Johnny Galecki, Jim Parsons, Simon Helberg e Kunal Nayyar sono risultati in cima per il genere comedy, guadagnando un media di 900.000 dollari a episodio.

Facci sapere in un commento sulla nostra pagina Facebook quante di queste curiosità sapevi già, ma non dimenticare di seguirci anche su Instagram!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.