12 Curiosità che (forse) non sapevi sulla mitica Serie TV Supernatural

12 Curiosità che (forse) non sapevi sulla mitica Serie TV Supernatural

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Siamo ormai quasi giunti al termine della famosa serie TV che vede protagonisti i bei fratelli Winchester. Lo show, forte di ben 15 stagioni al suo attivo, riserva molte curiosità per i fan, alcune molto note altre un po' meno, altre ancora persino accennate scherzosamente durante lo show stesso (per esempio, informazioni sulla vita degli attori protagonisti al di fuori del piccolo schermo). 

Eccovi dunque una carrellata delle più interessanti curiosità su Supernatural

12 Curiosità che (forse) non sapevi sulla Serie TV Supernatural

#1 Uno show diverso

Iniziamo con un'informazione probabilmente nota ai più, soprattutto se avete guardato gli episodi speciali che illustravano il processo di creazione dello show, ma non per questo meno interessante.

Originariamente la serie è nata come un racconto di mitologie e legende urbane di mostri e fantasmi, con ogni episodio dedicato a un essere soprannaturale differente: il cosiddetto "mostro della settimana". Lo show non avrebbe dovuto includere tematiche divine e religiose e sarebbe dovuto durare tra le tre e le cinque stagioni, tuttavia Eric Kripke (il creatore della serie) cambiò in seguito idea, comprendendo quanto gli angeli e le tematiche a essi legate potevano offrire alla trama. Per fortuna, si può dire, visto il grande successo ottenuto tra i fan dell'angelo Castiel e la rinnovata longevità dello show!

#2 Angelo o demone?

Parliamo di Castiel: originariamente è nato come un personaggio solamente marginale tuttavia il grande amore dei fan verso di lui ha portato gli autori a dare maggiore importanza al suo ruolo nello show.

Quando nel 2008 l'attore Misha Collins iniziò a lavorare come Castiel, non sapeva di dover interpretare esattamente un essere divino, anzi riteneva, viste le premesse dello show, non esistessero angeli nella trama e che quindi avrebbe interpretato un demone. Come ben sappiamo, tuttavia, l'attore finì per recitare la parte di un ruolo ben diverso!

12 Curiosità che (forse) non sapevi sulla Serie TV Supernatural

#3 Mustang

L'amata automobile di Dean Winchester, secondo le prime stesure della sceneggiatura, non sarebbe dovuta essere una Impala del '67 ma una Mustang del '65. Il modello scelto non solo è divenuto un simbolo dello show stesso, indelebile nel cuore dei fan, ma risulta essere anche un'auto molto capiente adatta a trasportare nello show una persona (cadavere o meno) nel suo bagagliaio. Si può dire un valore aggiunto? Forse solo per aspiranti criminali...

#4 Constantine

La caratteristica giacca alla "tenente Colombo" indossata con perseveranza da Castiel è stata scelta in onore in realtà di un personaggio fumettistico della DC comics: John Constantine, il mago e detective dell'occulto. Come Castiel, Constantine condivide non solo la passione per questo capo di abbigliamento ma anche il legame con un mondo soprannaturale e divino.

In passato tale decisione di character design per il personaggio di Castiel ha creato alcune diatribe tra i fan delle due opere. Infatti, quando nel 2014 debuttò la serie televisiva di Constantine, alcuni fan sfegatati di Supernatural, non conoscendo questo personaggio pensarono ingenuamente si trattasse di una banale copia nello stile.
Ovviamente si sbagliavano di grosso.

12 Curiosità che (forse) non sapevi sulla Serie TV Supernatural

#5 Le location

Molte delle riprese all'aperto (e non solo) presenti nello show sono state girate in Canada, nella città di Vancouver, una delle più famose location di serie TV nel mondo.

Alcuni dei luoghi che vediamo durante le 15 stagioni sono dunque sorprendentemente gli stessi di quelli presenti in altre famose serie come X-Files, Psych, iZombie, Stargate SG-1, Smallville, The 4400 e Dark Angel. Quando farete un rewatch di questi show, osservando con maggiore attenzione i panorami, noterete sicuramente delle somiglianze!

#6 Harrison 

Un'altra differenza rispetto al concept originale dello show sta nel cognome dei protagonisti: in origine, infatti, i fratelli e la loro famiglia si sarebbero dovuti chiamare "Harrison", in onore dell'attore Harrison Ford, interprete di Han Solo nella famosa saga cinematografica Star Wars.

Sam, in origine, doveva inoltre chiamarsi Sal, ma per fortuna ci fu un ripensamento da parte degli autori. Tuttavia, "Sam Harrison" risultava essere all'anagrafe il nome e cognome di una persona realmente esistente, che avrebbe potuto non gradire di "ritrovarsi in TV" e perciò anche il cognome fu cambiato.

A questo punto, scelto il cognome Winchester, fu la volta di cambiare il nome del padre dei protagonisti (in origine "Jack Winchester") per lo stesso motivo modificato in "John". 

#7 Jensen Ackles e il canto

Avrete sicuramente notato che Dean nello show è stonato come una campana, al limite del sopportabile. In realtà, nella vita reale, l'attore Jensen non è così pessimo nel canto, anzi, è invece molto intonato!

Alle convention spesso l'attore è stato visto cantare per i fan, e ha lavorato anche al fianco di diversi musicisti come Steve Carlson e Christian Kane e anche per band del genere rock.

#8 La beneficenza

Torniamo a parlare nuovamente di Misha Collins: per chi non lo sapesse l'attore è molto attivo nel settore della beneficenza, supportando diverse associazioni come Operation Smile e Mercy Corps.

Nel 2009 inoltre, Collins ha deciso di creare un suo ente benefico chiamato "Random Acts": il gruppo, nato grazie ad una idea dei fan, ha lo scopo di incentivare l'economia e spargere la gentilezza nel mondo tramite differenti progetti, programmi ed eventi, ma anche e soprattutto tramite piccoli atti casuali di aiuto verso la gente

Anche durante il lockdown, attivo in vari stati del mondo, l'associazione ha organizzato il "Random Acts Support Program (COVID-19)", per aiutare la gente a fronteggiare i problemi derivanti dalla diffusione della pandemia.

#9 Il bodyguard

Non tutti forse sanno chi sia Clif Kosterman. Ebbene, si tratta di un dipendente dei due attori protagonisti che lavora per loro come guardia del corpo e autista privato.

L'uomo è amico di Ackles e Padalecki al punto da essere apparso come attore in TV in differenti episodi dello show come personaggio marginale: nella seconda stagione, per esempio, interpreta il ruolo di un prigioniero del penitenziario di Green River, nell'episodio "Detenzione Forzata"; nell'undicesima, invece, recita come lottatore di wrestling nell'episodio "Al tappeto".

#10 Oltre lo show

12 Curiosità che (forse) non sapevi sulla Serie TV Supernatural

Esiste un fumetto sui fratelli Winchester, che chiarisce alcuni punti della trama e approfondisce alcune vicende. Pubblicato dalla casa editrice Wildstorm e al momento in stasi, è suddiviso in quattro serie, ognuna di sei libri, più un volume a sé stante speciale di seguito elencati: "Supernatural - Origins", "Supernatural - Rising", "Supernatural - Beginnings End", "Supernatural - Caledonia" (anche chiamato "The Dogs of Edinburgh"), infine, lo speciale "The Beast With Two Backs".

Allo stesso modo, sono in commercio anche ben 23 diversi romanzi non-canon che raccontano aneddoti, avventure e vicissitudini dei due fratelli cacciatori.

#11 La voce di Misha Collins

Quando Misha è stato assunto nel ruolo di Castiel ha scelto di recitare con un tono di voce piuttosto profondo e di impatto, che si conformasse al personaggio di un emissario divino; tuttavia non si tratta del suo tono di voce usuale. Ciò, lo ha costretto a dover mantenere questo timbro vocalico in tutte le stagioni.

"Ho pensato fosse meglio dare [al personaggio] una voce potente e autorevole, qualcosa che ora rimpiango" - ha affermato l'attore qualche anno fa durante un'episodio di approfondimento speciale dell'8° stagione. "Lo sto facendo ormai da sei anni e ci sono volte in cui quando torno a casa devo bere acqua calda al limone e ho la gola infiammata."

#12 Il numero telefonico

Dean e Sam hanno posseduto, durante le stagioni della serie TV, un numero piuttosto alto sia di cellulari, da modelli più vecchi a quelli più recenti, sia di numeri di telefono ad essi collegati.

In una delle prime stagioni dello show, Dean rivela il numero di telefono del suo cellulare dell'epoca, successivamente sostituito assieme al dispositivo. Ovviamente si tratta di un numero fittizio, ma se si provava a digitarlo in passato rispondeva qualcuno per davvero! 

E chi altri poteva mai rispondere se non lo stesso Dean nella sua segreteria telefonica, che annunciava uno dei seguenti messaggi:

  • "Sono Dean Winchester. Se si tratta di un'emergenza, lasciate un messaggio. Se chiamate per 11-02-83 [la data di morte di Mary Winchester], lasciatemi le vostre coordinate".
  • "Papà, abbiamo veramente bisogno di sentirti. Lasciami un messaggio, scrivimi, controlla la tua mail jwinchester1246@gmail.com, qualsiasi cosa. Abbiamo novità".
Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.