The Stand: la star della Serie TV Nat Wolff spiega cosa rende Particolare questo Adattamento

The Stand: la star della Serie TV Nat Wolff spiega cosa rende Particolare questo Adattamento

Scritto da:  - 

La scorsa settimana ha debuttato su CBS All Access The Stand, serie TV adattamento dell'omonimo romanzo di Stephen King. Come sa chiunque abbia visto il primo episodio (qui potete trovare la nostra recensione), anche se rimane fedele al romanzo è nettamente diverso dalla precedente miniserie del 1994 e, per alcuni aspetti, diverso anche dal libro stesso. Per Nat Wolff, che nello show interpreta Lloyd Henreid, braccio destro di Randall Flagg, la vera differenza in questo nuovo adattamento è il modo in cui riflette il mondo di oggi.

Durante un'intervista l'attore ha detto che la storia originale di King è come Shakespeare, qualcosa che può essere fatto in molti modi, ognuno dei quali riflette il mondo che lo circonda al momento della rivisitazione:
"Penso che il mondo sia diverso, quindi si riflette in modo diverso, la storia si riflette in modo diverso sul mondo in cui viviamo oggi rispetto ad allora. È un approccio completamente diverso".

Wolff ha poi continuato spiegando come si è avvicinato al suo personaggio in un modo completamente diverso anche dalla miniserie precedente:
"Lo so, per me la mia interpretazione di Lloyd è completamente diversa da quella della miniserie originale. Penso che sia un grande libro e una grande storia. È come un'opera teatrale di Shakespeare o qualcosa del genere. Potresti farlo in un miliardo di modi diversi e sarebbe comunque interessante. per quanto riguarda me, ho passato mesi a lavorare su questo personaggio e sai, cercando davvero di emulare alcuni dei miei eroi come Gary Oldman che cambiano il loro aspetto, la loro fisicità e la loro voce ma lo mantengono ancora radicato nel loro cuore, ho avuto modo di ambientarmi la notte prima di girare il mio primo giorno. Sono andato fuori di testa ed ero tipo, non c'è modo che io possa farlo. Devono chiamare qualcun altro. Ho esagerato e poi sono andato a mangiare un sandwich da Subway  e alla radio trasmettevano Like a Virgin di Madonna, ho iniziato a ballare come un matto, mi possedeva e tutti mi fissavano. Ho pensato: 'Penso di aver capito il personaggio'. Tipo, mi ha colpito, qualcosa è scattato. E così, sono tornato sul set e ogni volta che avevo bisogno di entrare nel personaggio Like a Virgin era lì. Penso di non essere stato sopraffatto dalla pressione per il fatto che sono un fan del libro e della storia. Dopo aver avuto modo di lavorarci sopra, è stata davvero una gioia, questo personaggio lo era. Mi sono divertito a interpretarlo più di qualsiasi altro abbia mai interpretato prima. Era così estremo e sono dovuto uscire dagli schemi, è stato un personaggio davvero catartico da interpretare. Mi sono divertito tantissimo".

Il secondo episodio debutterà il 24 dicembre su CBS All Access, mentre la premiere italiana debutterà sulla piattaforma Starzplay il prossimo 3 gennaio.

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.