The Office: la Star della Serie Leslie David Baker bersagliato da Troll Razzisti

The Office: la Star della Serie Leslie David Baker bersagliato da Troll Razzisti

Scritto da:  - 

Alla fine del mese scorso la campagna di crowdfunding per lo pseudo-spin-off di The Office (di cui avevamo parlato in questo articolo) ha raccolto oltre 300.000 $, fondi necessari per la realizzazione di un episodio pilota. Una volta prodotto, Leslie David Baker (Stanley Hudson di The Office) e il suo socio in affari Sardar Khan pianificano di distribuirlo in reti e piattaforme di streaming. Mentre la campagna si avvicina alla scadenza ufficiale, tutti i membri della produzione dovrebbero prepararsi a festeggiare...Ma non oggi.

Baker, Khan e la crew di Uncle Stan si sono trovati a dover combattere contro orrendi commenti e messaggi in direct carichi di razzismo. In un post su Instagram che potrete trovare qui sotto, Baker ha pubblicato uno dei messaggi insieme a un paio di commenti che ha ricevuto sui vari social. Ogni commento era peggio del precedente.
Mentre nel post condiviso dall'attore alcune parole sono state censurate, a chi legge non servirà molto per comprendere i commenti particolarmente disgustosi.

"Non va tutto bene in America. L'America ha un problema molto grave con il razzismo e i razzisti", ha dichiarato Baker ieri pomeriggio. "E come attori, ci viene spesso detto 'Oh sì, la gente ti ama finché sei lì per intrattenerli e farli sorridere'. Ma nel momento in cui parli di come vengono trattate le persone che mi assomigliano, i neri, all'improvviso le persone si sentono a disagio e iniziano a dire: 'Mah, non è così male'".

Ha poi aggiunto: "Certo, non è così male quando neghi la sua esistenza, ovvio che non è mai così male. Quando le persone non vogliono riconoscerlo significa che non vogliono accettare la responsabilità del loro silenzio, non riconoscerlo e non sbarazzarsene, non sradicarlo una volta per tutte. Quindi è molto facile dire 'Va tutto bene, va tutto bene'. Non va tutto bene".

Riguardo a questo evento, Baker ha affermato che non cancellerà nemmeno un commento dal suo profilo: "Per far cambiare le cose, non puoi semplicemente premere il pulsante 'Elimina' e fingere che non sia mai accaduto. L'America lo ha fatto per troppo tempo e troppo spesso, perché quando ti confronti con le persone e riconosci che queste cose stanno realmente accadendo in questo Paese, tutti dicono: 'Beh, questo mi mette a disagio. Non voglio affrontare quella discussione. Non ne voglio parlare'. Oppure urleranno che in qualche modo esiste la discriminazione al contrario, che non è una cosa del genere. Non esiste niente del genere".

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.