Star Trek: Discovery 3 - Michelle Yeoh parla dell'addio al suo Personaggio nella Serie TV

Star Trek: Discovery 3 - Michelle Yeoh parla dell'addio al suo Personaggio nella Serie TV

Scritto da:  - 

Nell'episodio della scorsa settimana di Star Trek: Discovery il cast dello show e l'equipaggio della nave hanno salutato Michelle Yeoh, volto dell'Imperatore Terrestre Philippa Georgiou. Con l'aiuto del Guardiano dell'Eternità, la Georgiou si dimostrò capace di cambiare e ottenne una seconda chance. Ciò significava lasciare l'equipaggio della Discovery, inclusa Michael Burnham, nel 32° secolo. Parlando con Wil Wheaton nel The Ready Room, Yeoh ha accennato al fatto che la sua uscita da Discovery è, in parte, stata pianificata per contribuire a preparare il terreno per lo spin-off della Sezione 31 in fase di sviluppo:
"Non è stato sempre pianificato in questo modo. Si è arrivati a un punto in cui era necessario far accadere determinate cose".

Mentre saluta la sua famiglia nella Discovery, non abbandonerà il personaggio tanto presto:
"Non sarà un addio. Non se ho una mano in questo. Ma in quel momento è stata davvero dura. Sapendo che non vedrò la mia nuova famiglia per un po', voglio dire, saremo sempre in contatto l'uno con l'altro. Ma è più difficile perché mi sono relazionato su così tanti livelli con i diversi personaggi che abbiamo interpretato e gli attori che hanno dato alcune delle interpretazioni più incredibili e hanno dato vita a tutti questi personaggi, e i nostri scrittori sono stati semplicemente geniali. Hanno dipinto questa enorme tela e ci hanno permesso di entrare in questi nuovi mondi con personaggi che hanno così tanto background e complessità. Nei miei 30 anni di attività, interpretare Georgiou è stato così appagante, è stato fantastico, e quindi solo per questo motivo, non me ne andrò mai!".

Georgiou non avrebbe avuto quella seconda possibilità se il tempo trascorso alla Discovery non l'avesse cambiata profondamente, e la Yeoh ha infatti discusso dell'arco del suo personaggio attraverso la Discovery e di come il suo tempo nella Prime Timeline l'ha aiutata a capire cosa si era persa:
"Sappiamo tutti com'è la vita nel mondo terrestre. È nata in un mondo in cui un segno di debolezza, qualsiasi vulnerabilità significa morte istantanea, e non è diventata Imperatrice essendo gentile con le persone che aveva intorno. Era abile, ed era magistrale nella manipolazione, e penso che abbia imparato a capire le persone istantaneamente, chi erano quelle di cui poteva fidarsi e quelle che doveva distruggere. Poi, ovviamente, ecco che arriva Sonequa Martin-Green, o Michael Burnham, la buona Michael Burnham, e questo l'ha cambiata. Questa è la figlia che aveva sempre desiderato. Perché costruire un impero? Non si vive per sempre. Lo costruisci per le persone che ami. E, per lei, l'unica persona che amava veramente era Michael Burnham, e dopo aver incontrato la buona Michael Burnham ha capito che c'era qualcosa da cambiare. Quindi quando le è stata data la seconda possibilità dal nostro glorioso Guardiano, è stato allora che veniva testata per vedere se era cambiata".

La Yeoh potrebbe accennare nuovamente all'imminente spin-off della Sezione 31, poiché dice:
"È ovvio che il viaggio dell'Imperatore Georgiou non è terminato. Non è giunto al termine. Ma dipende da lei se finirà bruscamente. Mi è piaciuto molto quando, attraversando il portale, si rende conto: 'Oh mio Dio, sono vestita come l'Imperatore Terrestre e i miei soldati, davanti a me, sono in attesa dell'Imperatore tosto'. E puoi vedere nei suoi occhi che è cambiata radicalmente e drasticamente".

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.