Star Trek: Discovery 3 - La nuova Stagione riporterà la Federazione al suo antico Splendore

Star Trek: Discovery 3 - La nuova Stagione riporterà la Federazione al suo antico Splendore

Scritto da:  - 

La terza stagione di Star Trek: Discovery vedrà la Federazione in rovina e questo darà alla USS Discovery una nuova missione. Oggi, durante il panel organizzato per lo Star Trek Day, la star Sonequa Martin-Green ha presentato il nuovo trailer della terza stagione di Discovery, che ha confermato ciò che le precedenti anteprime della stagione suggerivano: la Federazione dei Pianeti Uniti è l'ombra di se stessa

Il co-showrunner Alex Kurtzman ha continuato confermando ai fan che la terza stagione di Star Trek: Discovery riguarderà il ripristino della Federazione al suo antico splendore.

Il trailer ha anche rivelato che la caduta della Federazione è il risultato di un evento chiamato "the Burn". Il nuovo personaggio di Book (David Ajala) spiega a Burnham che il Burn è "il giorno in cui la galassia ha preso una svolta a sinistra". Resta da vedere cosa ciò significhi, ma Kurtzman ha chiarito che la Federazione non è crollata su se stessa a causa di lotte e faziosità: "La Federazione era forte come sempre. E ovviamente qualcosa di catastrofico è accaduto, e ha cambiato tutto".

Il regista di Star Trek: Discovery e star di Star Trek: The Next Generation Jonathan Frakes ha detto che la terza stagione di Discovery avrà un tono più ottimista nonostante lo stato disastroso della Federazione:
"La scoperta ha principalmente a che fare con il personaggio di Sonequa, come vedrete. Alla fine della seconda stagione abbiamo fatto un flash forward di 930 anni. Michael Burnham ha trovato un nuovo nucleo, per non parlare di un nuovo partner. Quindi, ancora una volta, c'è un grande cambiamento tonale in quello spettacolo, meno guidato dal dolore e dal senso di colpa del suo passato e più dal magico ricongiungimento dell'equipaggio della Discovery, dovunque sia andato a finire. Dio sa dove è andata nei panni dell'Angelo Rosso. Queste due cose saranno il tema, insieme alla gratitudine e a cosa c'è dopo. C'è molta azione, molta avventura e non tanto dolore".

L'ex produttore di Discovery Akiva Goldsman - il co-creatore di Star Trek: Picard e di Star Trek: Strange New Worlds - ha definito il futuro della serie come una "nuova frontiera" per il franchise:
"Abbiamo tutti contribuito a costruire quell'idea, fin dalla prima stagione, dai tempi di Aaron Harberts e Gretchen Berg, gli showrunner originali della prima stagione. Penso che sia un'idea spettacolare, quella di andare dopo la linea temporale che conosciamo. Penso che Alex Kurtzman sia stato davvero profondamente coinvolto nella costruzione dell'aspetto della terza stagione e del futuro post-federazione. Ne ho visti alcuni perché lavoriamo tutti insieme nello stesso luogo. Mi sembra fantastico. Non è l'ultima frontiera, ma è una nuova frontiera".

La terza stagione di Star Trek: Discovery debutterà su Netflix il 15 ottobre.

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.