Progetto Halo: Wyatt abbandona il timone della Serie, le Motivazioni

Progetto Halo: Wyatt abbandona il timone della Serie, le Motivazioni

Scritto da:  - Data di pubblicazione: 

Rupert Wyatt, il regista britannico a cui dobbiamo dei capolavori come "L'alba del pianeta delle scimmiedel 2011, dopo la decisione presa nel dicembre 2018 di lasciare la produzione della serie tv Halo ci spiega il perchè

In questi giorni infatti, sta rivelando diversi retroscena sui progetti a cui ha inizialmente lavorato ma che, per diversi motivi, ha poi abbandonato. Dopo aver raccontato alcuni dettagli sul film di Gambit (al momento cancellato), ha finalmente detto quali sono stati i motivi che lo hanno portato ad abbandonare la serie TV di Halo

Progetto Halo: Wyatt abbandona il timone della Serie

A dicembre dello scorso anno, Wyatt, in quel momento produttore esecutivo e regista della serie targata Showtime, ha affermato di voler lasciare la produzione per alcune "modifiche al programma di produzione". Il mese successivo, il regista inglese, è stato sostituito da Otto Bathurst (ha diretto Peaky Blinders) e Kyle Killen. Nonostante il cambio di timone, per la felicità dei fan, i lavori sullo show dedicato allo sparatutto per consolle stanno procedendo rapidamente e, le prime riprese sono previste per quest'estate. 

Wyatt, ha infatti parlato con il sito Collider, del suo coinvolgimento iniziale nello show, affermando l'ambiziosità della serie e la grande base narrativa con le seguenti parole:

"Inizialmente sapevo molto poco di Halo - come sapevo poco de Il Pianeta delle Scimmie quanto ero stato coinvolto - così mi sono immerso nella sua mitologia e ho capito quanta incredibile letteratura ci fosse e quanto fosse profonda la narrazione. C'era un'incredibile base narrativa, quindi per me era un successo. Ero molto eccitato. In breve, penso che se avessi partecipato alle prime fasi di sviluppo sarebbe andata diversamente, ma come regista di una serie tv è molto difficile diventarne l'architetto creativo. Pensavo di non poter incidere in quel senso, ma va bene perché nello show sono coinvolte molte persone di talento che stanno facendo un ottimo lavoro."

Progetto Halo: Wyatt abbandona il timone della Serie

Successivamente a questa piccola introduzione che ci fà capire come mai il britannico avesse accettato il lavoro in questione e quanto ne fosse entusiasta, ci ha poi spiegato nel dettaglio i motivi dell'abbandono del progetto Halo

"Avevo capito che ci sarebbe voluto molto più tempo del previsto, parlo di mesi se non anni - come sapete il progetto è veramente ambizioso, quindi il budget deve essere in linea gli script. Ci stavamo lavorando, ma alla fine non riuscivo a rispettare questo allineamento. Showtime ha poi deciso di rendere il progetto ancora più grande, e se fossi stato lo showrunner sarei rimasto coinvolto per due o tre anni, mentre da regista avrei dovuto lavorare ad un gran numero di episodi, e avevo in mente altri programmi. Mi è dispiaciuto abbandonare il progetto, ma essenzialmente non era più la serie per cui avevo inizialmente firmato."

Il regista ha deciso quindi, di rinunciare alla serie principalmente per una questione di tempo che ci avrebbe dovuto spendere dietro. Che abbia in cantiere qualche grande progetto per il prossimo futuro di cui ancora non sappiamo nulla?

Di sicuro tra qualche giorno, esattamente a partire dal 28 Marzo, potremmo ammirare nelle sale cinematografiche la sua ultima "creazione" intitolata Captive State. Il thriller-fantascientifico in questione, è ambientato su una terra post-invasione aliena (esattamente 10 anni dopo), divisa in 2 fazioni, chi accetta il presente e chi si oppone al governo alieno organizzando una ribellione. 

Come sempre, vi invitiamo a dire la vostra sulla nostra pagina Facebook e per ulteriori informazioni e news, stay tuned! 

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.