Pretty Little Liars e gli Scandali Universitari in America: una Inaspettata Coincidenza

Pretty Little Liars e gli Scandali Universitari in America: una Inaspettata Coincidenza

Scritto da:  - 

"L'atteso spin-off di Pretty Little LiarsThe Perfectionists, è un caso di arte che imita la vita reale". Questo è ciò che ha pensato la stampa alla premiere Hollywoodiana della serie TV che arriverà sui piccoli schermi americani il 20 marzo

Lo show televisivo, ambientato nell'utopica cittadina di Beacon Heights dove bugie e segreti vengono nascosti sotto il tappeto, debutterà nei giorni successivi allo scandalo delle tangenti al college che ha sconvolto gli Stati Uniti: un'inchiesta di corruzione che ha scosso nel profondo il mondo universitario (Yale, Stanford e la University of Southern California), e che la serie ha sorprendentemente anticipato. 

L'esordio del telefilm è stato casualmente preceduto dallo scandalo sopracitato che ha coinvolto anche delle celebrità di Hollywood.

Tom Ascheim, il presidente di Freeform (la rete televisiva produttrice), non ha perso l'ironia, e anzi ha accolto il cast per la proiezione dell'episodio pilota scherzando sulla vicenda:
“Abbiamo il miglior team di marketing e PR nel settore, ma nemmeno io ero sicuro che sarebbero stati in grado di creare uno scandalo del genere per lanciare il nostro show”.

Pretty Little Liars e scandali universitari: una inaspettata coincidenza

Non sono mancati ovviamente anche dei commenti seri alla vicenda.
"Siamo in un momento in cui ogni forma di corruzione viene portata a galla, dal college all'ambiente", ha detto a Kelly Rutherford in un'intervista al Variety, aggiungendo poi: "Stiamo vedendo esempi di cose che noi stessi potremmo essere tentati di fare per i nostri figli. 
Ma penso che tutti noi abbiamo la possibilità di riflettere per un minuto se è la cosa giusta.  Abbiamo tutti momenti come questo nelle nostre vite e, dobbiamo prendere queste decisioni".

Il noto sito web americano Variety, ha avuto il piacere di intervistare anche I. Marlene King, produttore esecutivo della serie, la quale ha detto ai microfoni:
"Quando ho creato Pretty Little Liars è stato come leggere su una spiaggia estiva: si trattava di amicizia, romanticismo e omicidio", ha spiegato. Aggiungendo poi:
"Lo ammetto: è stato divertente. Non abbiamo deciso di cambiare il mondo. Ma il mio atteggiamento su questo spettacolo è: vogliamo cambiare il mondo. Vogliamo affrontare argomenti come questa idea di perfezionismo. Spero che coinvolga i fan a un livello più profondo del semplice: 'Chi l'ha fatto?'".
"C'ho pensato per strada mentre venivo quì", ha detto King riguardo allo scandalo. “Quando ha esordito Pretty Little Liars, Twitter esisteva da poco e i social media stavano diventando parte dello zeitgeist. 
Stavolta siamo stati ancora più fortunati raccontando questo perfezionismo: i tuoi genitori che corrompono le scuole per farti ammettere. È folle, ma è il mondo in cui viviamo”.

Pretty Little Liars e scandali universitari: una inaspettata coincidenza

Sasha Pieterse e Janel Parrish tornano ad indossare i panni di Alison DiLaurentins e Mona Vanderwall, che si trasferiscono a Beacon Heights, ma non hanno mai smesso di mentire. Con loro nel cast vedremo Sofia Carson, Graeme Thomas, Kelly Rutherford, Sydney Park ed Eli Brown.

Pretty Little Liars: The Perfectionism debutterà sul piccolo schermo questo mercoledì, per maggiori informazioni vi rimandiamo alla relativa scheda.
Vi invitiamo a dire la vostra, commentando sulla nostra pagina Facebook! ...siate sinceri...

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.