Moon Knight: come la Serie TV ha cambiato le Origini del Personaggio dei Fumetti

Moon Knight: come la Serie TV ha cambiato le Origini del Personaggio dei Fumetti

Scritto da:  - Data di pubblicazione: 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Gli eventi dell'episodio 5 di Moon Knight rivelano l'origine di Marc Spector, e il Marvel Cinematic Universe apporta alcune modifiche alla sua storia a fumetti. Nel portare Moon Knight nell'MCU, i Marvel Studios raccontano in gran parte la propria versione della storia per lo show televisivo invece di adattare quella dei fumetti. 

La storia di Moon Knight potrebbe essere per lo più nuova, al di fuori di alcune ovvie somiglianze con i fumetti di Jeff Lemire a partire dall'episodio 4, ma ciò non significa che la Marvel abbia completamente reinventato il personaggio. Il nucleo del personaggio di Moon Knight - la sua connessione con gli Dei egizi e il disturbo dissociativo dell'identità - rimane intatto, anche se sono state apportate anche diverse modifiche.

Moon Knight inizia esplorando le identità di Steven Grant e Marc Spector prima di trasformarsi in un'avventura immersa nella mitologia egizia. Gli alter ego di Moon Knight iniziarono a lavorare con Khonshu per cercare di localizzare la tomba di Ammit prima che Arthur Harrow potesse liberare il Dio del giudizio sull'umanità. Attraverso questa storia, la serie TV Disney+ ha continuato a suggerire come Marc Spector è diventato Moon Knight, ad esempio rivelando la (quasi) morte di Marc Spector in passato. Nel frattempo, l'origine del suo disturbo dissociativo dell'identità è rimasta un mistero.

Le risposte sull'origine di Marc sono finalmente arrivate nell'episodio 5, che ha confermato diversi importanti cambiamenti nel retroscena di Marc Spector, ma ci sono anche molte somiglianze con ciò che accade nei fumetti.

Le origini nei fumetti

Moon Knight si è unito all'universo Marvel Comics nel 1975 come supereroe completamente formato, quindi è stato solo con la sua prima serie a fumetti da protagonista nel 1980 che la sua origine è stata davvero esplorata. Il materiale originale ha rivelato che Marc Spector è diventato Moon Knight durante i suoi giorni da mercenario: era in missione in Egitto lavorando per Bushman, ma Marc iniziò a non essere d'accordo con i suoi metodi letali. Ciò ha portato Marc a tradire Raul Bushman e cercare di salvare alcuni dei locali. Tuttavia, Bushman lo seguì e finì per uccidere un famoso archeologo. Quando Marc si oppose ancora una volta al suo ex capo per proteggere la figlia dell'archeologo, Marlene, Bushman gli sparò e lo lasciò morire. In un ultimo disperato tentativo di salvare Marc, il suo corpo fu portato sulla tomba del Dio della luna egizio Khonshu.

Sebbene Marc Spector fosse morto quando arrivò alla tomba di Khonshu, il Dio della luna interferì con il mondo naturale e lo riportò in vita. Ciò è avvenuto con una condizione molto specifica, tuttavia, poiché Marc è diventato l'avatar di Khonshu, che ha adesso il compito di vendicarsi per suo conto. A seconda dei fumetti e del team creativo, Moon Knight e le sue altre identità potrebbero credere pienamente di servire un Dio egizio, ma ci sono altre volte in cui si chiedono se questo sia solo nella loro testa.

Come l'MCU cambia le origini

Il modo in cui Marc Spector diventa un supereroe è simile ai fumetti, ma alcune delle circostanze intorno alla sua origine nell'MCU differiscono. La Marvel ha mantenuto il passato di Marc come mercenario che stava lavorando per il suo vecchio comandante, Bushman, la notte in cui la sua vita è cambiata. Ha iniziato questo stile di vita dopo essere stato dimesso dall'esercito a causa del suo abbandono non ufficializzato, che non gli ha lasciato molte opzioni di carriera. Moon Knight ha rivelato che sono stati mandati a fare irruzione in un sito di scavi archeologici che il padre di Layla stava guidando, ma Bushman ha iniziato a uccidere i testimoni. Marc ha cercato di salvare le persone sul sito invece di ucciderle. Dopo che Bushman gli ha sparato e ucciso le persone che ha cercato di salvare, Marc Spector striscia nel tempio di Khonshu. Proprio mentre Marc sta per togliersi la vita, Khonshu gli parla e si offre di guarirlo se, in cambio, Marc diventa il suo avatar.

Anche prima che Marc Spector diventasse Moon Knight, l'MCU si è anche tuffato nelle sue origini nell'episodio 5, esplorando la sua infanzia traumatica e l'inizio del suo disturbo. Nell'MCU l'infanzia di Marc prende una svolta traumatica dopo la morte di suo fratello, di cui sua madre lo incolpa. Questo la porta ad abusare fisicamente ed emotivamente di un giovane Marc, quando viene creata la personalità di Steven Grant. Nei fumetti, la madre di Marc non è violenta e il genitore con cui ha un rapporto freddo è suo padre. L'evento traumatico che ha portato al disturbo dissociativo dell'identità di Marc Spector non è stata nemmeno la morte di suo fratello. Invece, stava combattendo e uccidendo un amico di famiglia che era segretamente un disertore nazista e serial killer di ebrei.

La serie TV rende impossibile l'esistenza di un villain dei fumetti

Le modifiche dell'MCU all'origine di Moon Knight eliminano anche un potenziale villain dei fumetti. Il cambiamento importante da notare è la morte del fratello minore di Marc, Randall. Sebbene Randall muoia anche nei fumetti, succede quando è già diventato adulto e si è trasformato nel malvagio Shadowknight. Randall ha una svolta malvagia dopo aver lavorato con Marc nella CIA e aver ucciso la sua ragazza, ma poi incontra di nuovo Marc come mercenario. Marc Spector e suo fratello combattono più volte nei fumetti, con Moon Knight che alla fine uccide Shadowknight. Tuttavia, l'episodio 5 di Moon Knight lo rende impossibile, con suo fratello che invece muore quando erano bambini.

L'ultimo episodio di Moon Knight sarà rilasciato su Disney+ il 4 maggio.

Fonte: Screen Rant

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.