Pretty Little Liars
Chernobyl
Che Dio ci Aiuti
The Americans
The Ranch
Buffy l'Ammazzavampiri
Community
Tidelands
The Good Doctor
Deutschland 83
The OA
Oz
Man Seeking Woman
Dogs of Berlin
Happy!

The Walking Dead: la Recensione del 2° Episodio della Decima Stagione

The Walking Dead: la Recensione del 2° Episodio della Decima Stagione

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Dopo il deludente primo episodio della decima stagione di The Walking Dead, lo show di AMC è tornato questo lunedì con un episodio molto più convincente; "We are the end of the world", questo il titolo della puntata, risolleva infatti, momentaneamente, la qualità di questa decima stagione.

Noi siamo la fine del mondo.

Un po' il motto di Alpha e Beta, protagonisti di questo secondo episodio molto meno dispersivo e meglio strutturato rispetto al suo predecessore.

Una puntata a se stante, dove ci vengono mostrate finalmente le origini dei Sussurratori, e di come questi siano arrivati ad essere guidati dalla temibile Alpha, incontrando il misterioso Beta.

Sviluppato su due linee temporali (il presente ed il passato), l'episodio ci mostra il primo incontro tra la leader del branco, seguita a suo tempo dalla figlia Lydia, e questo energumeno terrificante, che in un primo momento si mostra estremamente schivo, ma che successivamente creerà un legame profondo e inossidabile con Alpha, interpretata da una magistrale Samantha Morton.

The Walking Dead: recensione del secondo episodio della decima stagione

Proprio quest'ultima rappresenta il traino dell'intero episodio, per interpretazione e carisma, e l'idea di incentrare un intero episodio sul suo personaggio, scavando nel suo passato, è stata la vera chiave del successo dell'episodio 10x02.

Finalmente viene approfondito il modo di vedere le cose che sta dietro la filosofia dei Sussurratori, il perché agiscano in quel modo (camminando tra i vaganti vestendosi con le loro stesse pelli), ed il loro essere un perfetto ibrido tra coloro che sono vivi ed i non morti stessi.

Già, perché mentre fin'ora Kirkman & Co. ci avevano abituati a due tipi di villain diversi (da una parte gli zombie, e dall'altra cattivoni del calibro del Governatore e Negan, quindi gli umani stessi), stavolta i nostri hanno contro una minaccia apparentemente più pericolosa, più imprevedibile; umani con più nulla da perdere, che vagano come non morti e con i non morti.

Una minaccia così grande e mai vista prima, può essere soltanto il frutto di una mente malata come quella di Alpha, artefice degli orrori visti nel finale della nona stagione, capace di fare tutto, ma con alcune debolezze, tipiche dell'animo umano. Alpha mostra il suo lato più tenero, l'essere madre ed il rivolere indietro a tutti i costi sua figlia (Lydia, accolta ad Alessandria), l'essere genitore.

Un episodio intenso, che ci fa scoprire anche un nuovo personaggio, Gamma, un nuovo braccio destro per Alpha (?), una donna disposta a tutto per il bene del branco, anche ad uccidere sua sorella.

Gli eventi presenti di questo episodio vanno di pari passo con quelli visti nel primo, e proprio nel finale, vediamo la stessa scena vista settimana scorsa, con Alpha che incrocia il suo sguardo con Carol, con i Sussurratori che cominciano a spingersi sempre più verso i confini che li dividono dalle città dei nostri protagonisti, pronti a dichiarare guerra.

Un episodio di alto livello, ma non perfetto, incentrato su uno dei personaggi più spettacolari di sempre all'interno della saga, che rialza al momento il livello qualitativo della stagione, e che conferma, ancora una volta, che il vero fulcro della serie è rappresentato da Alpha, Beta ed i Sussurratori.

madforseries.it

4,0
su 5,0

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  

Ti consigliamo anche...

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.