Luke Cage
Russian Doll
Wayward Pines
The L Word
Jericho
Legacies
Mad Men
Shadowhunters
Roswell, New Mexico
Counterpart
Narcos
A.P. Bio
Boss
Kingdom
Downton Abbey

Recensione dell’Episodio 11x03 di Doctor Who, Rosa: una piacevole sorpresa!

Recensione dell’Episodio 11x03 di Doctor Who, Rosa: una piacevole sorpresa!

Scritto da:  - 

Ci tengo ad iniziare questa recensione esprimendo la mia felicità per l’argomento trattato in questo episodio. È una delle cose che adoro di Doctor Who: il fatto che si prenda del tempo per parlare di cose importanti...di cose veramente importanti. 

Doctor Who alla fin fine è anche questo: una scusa per riportare alla mente una storia che ha segnato il mondo intero. È anche per questo che guardo con estremo piacere questa serie.
So che a molti non piacerà questa puntata, personalmente mi ha fatto venire i brividi (in senso positivo) e sono orgoglioso che Chibnall abbia voluto raccontare questo importante capitolo di storia.

Ma bando alla ciance, è tempo di iniziare.
WOW… Non penso che ci sia modo migliore per definire questo episodio che: “wow”.

Ho riflettuto a fondo e non penso di aver trovato un singolo aspetto negativo in questo episodio.
...ok, forse uno sì, l’interpretazione di Josh Bowman non mi ha fatto impazzire (l’ho preferito nel ruolo di Daniel Grayson, nella serie Revenge, che sto guardando in questo giorni e che spero di recensire al più presto), per il resto: “wow”!

L’inizio ci catapulta immediatamente nella storia, non quella dell’episodio, la storia vera, dove Rosa Parks, l’attivista statunitense simbolo del movimento per i diritti civili, si trova a Montgomery, in Alabama, in uno degli autobus che la renderà famosa.

Recensione dell’Episodio 11x03 di Doctor Who, Rosa: una piacevole sorpresa!

Il Dottore e suoi compagni, atterrano per caso nella stessa città (dopo qualche maldestro tentativo fallito di portare il T.A.R.D.I.S. a destinazione), 12 anni dopo. A causa di anomale tracce di energia, decidono di uscir fuori ed indagare.

Se nel precedente episodio (trovate la recensione in questo articolo) mi ero lamentato che i nuovi compagni fossero pressoché inutili, questa volta non posso che affermare l'inverso: in questa puntata sono stati magistrali ed essenziali nel loro ruolo.

Ma torniamo alla trama: il Dottore, Yasmin, Ryan e Graham si trovano subito a tu per tu con le problematiche di razzismo dell’epoca. A salvare la situazione interverrà come per miracolo proprio Rosa Parks, con cui i nostri amati personaggi faranno subito conoscenza.

Dopo, indagando sulle anomalie, troveranno una misteriosa scatola contenente tecnologia aliena, che scopriremo immediatamente appartenere a Krasko, un criminale che viaggia nel tempo con un manipolatore del vortice e che ha scontato una pena a Stormcage, una prigione di massima sicurezza del 52° secolo.

Recensione dell’Episodio 11x03 di Doctor Who, Rosa: una piacevole sorpresa!

Ok fermi tutti: se siete dei veri fan di Doctor Who, in quest’ultima frase ci sono due dettagli che vi avranno sicuramente fatto balzare sulla sedia.

Per prima cosa: qual’è l’altro personaggio che abbiamo visto usare il manipolatore del vortice? Ovviamente l’incredibile Jack Harkness. Possibile dunque che anche Krasko sia un agente del tempo? Io penso che sentiremo nuovamente parlare di lui.

E secondo: anche l’amatissima (e purtroppo ormai defunta) River Song è stata rinchiusa per un certo periodo a Stormcage. Possibile che sia venuta a contatto o abbia addirittura condiviso una cella con l’antagonista di questo episodio?

Personalmente trovare questi due dettagli nell'episodio di Chibnall mi ha sorpreso positivamente e penso che siano degli ottimi spunti per future trame. Il nuovo showrunner ha dimostrato subito particolare attenzione al passato di Doctor Who, inserendo notevoli riferimenti e citazioni. Non era una cosa affatto scontata. Spero che Chris prosegua alcune delle trame non concluse della vecchia serie.

Ma concludiamo sinteticamente di parlare della trama: i nostri “eroi” scopriranno che lo scopo di Krasko è quello di alterare la storia, facendo sì che gli eventi relativi a Rosa Parks non avvengano. Per fortuna il Dottore e i compagni riusciranno a fermarlo e, grazie a Ryan, il presunto agente del tempo razzista sarà spedito in un’altra epoca.

Che dire...questo episodio mi è veramente piaciuto (non si era capito?). Finalmente una storia in cui i nuovi personaggi si sono integrati alla perfezione e, in un certo senso hanno avuto un ruolo maggiore del Dottore.

La Whittaker, comunque, non ha deluso neanche questa volta e ci ha deliziato con alcune frasi rubate dai precedenti Dottori.

Chissà come se la caverà la prossima settimana con l’invasione di aracnidi nel Regno Unito (di seguito il promo del prossimo episodio)!

Non resta che attendere per saperlo. Io ovviamente non mancherò di pubblicare la mia recensione subito dopo l’episodio!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  

Ti consigliamo anche...

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.