Glee
Dirty John
The Son
Tidelands
Outlander
Sons of Anarchy
Fargo
My Name is Earl
Il Nome della Rosa
The Oath
Mr. Robot
This Is Us
Pretty Little Liars
Girls
CSI - Scena del Crimine

La recensione dell'attesissimo Episodio 11x01 di Doctor Who

La recensione dell'attesissimo Episodio 11x01 di Doctor Who

Scritto da:  - 

Ok, finalmente ci siamo, è arrivato il momento di tirare le somme sulla prima puntata di Doctor Who 11

Impossibile non iniziare dal nuovo Dottore, interpretato da una magistrale Jodie Whittaker: il ritorno di una comicità in stile Tennant, un pizzico di nonsense e qualche breve monologo hanno letteralmente spazzato via ogni dubbio che potevo avere sul Dottore donna!

Dopo solo metà episodio nella mia mente era come se Jodie fosse sempre stata il Dottore...diamine, solitamente ci metto almeno due o tre episodi per abituarmi!

La stessa cosa non si può dire degli altri personaggi. Sicuramente è presto per sbilanciarsi, sembra però che le energie di questa puntata siano state interamente concentrate sul protagonista principale: agli altri sono rimaste poche battute scontate.

Personaggi “secondari”

Ryan Sinclair (interpretato da Tosin Cole) è un giovane affetto da una disprassia, un disturbo nella coordinazione dei movimenti (a causa del quale, per esempio, non riesce ad andare in bicicletta). È seguito dai suoi due nonni: Graham (Bradley Walsh) e Grace (Sharon D. Clarke, di cui abbiamo finalmente scoperto il ruolo), che accompagneranno anch’essi il dottore per l’intera puntata.

Yasmin Khan, interpretata da Mandip Gill, è una poliziotta insoddisfatta, a cui vengono affidati solo banali casi di routine. Chissà se rimpiangerà le sue giornate monotone dopo esser salita sul TARDIS...

Nuovi compagni di Doctor Who

Inutile dire che la presentazione anticipata dei nuovi companion: Ryan, Yasmin e Graham, ha in un certo senso spoilerato la morte di Grace, che è avvenuta a fine episodio: non si sarebbe potuto spiegare in altro modo l’allontanamento dei due nonni.

E i nemici?

Era stato annunciato in precedenza che in questa stagione non avremmo visto alcuna vecchia minaccia: niente Dalek, niente Cyberman, niente villain maggiori. La promessa, per il momento, è stata mantenuta, ed abbiamo infatti scoperto una nuova razza aliena: gli Stenza, spietati guerrieri che ricoprono il loro corpo con...denti (trofei che estraggono dalle loro vittime).

Non proprio tra i migliori nemici ma direi che abbiamo visto di peggio... Voglio però ben sperare che sarà presentata qualche nuova razza degna di Doctor Who. Ho un po’ nostalgia dei vecchi episodi sugli angeli piangenti…

Angeli piantenti in Doctor Who

Scene clou

Andiamo in ordine.

L’arrivo del dottore è sicuramente da aggiungere alla lista, anche se l’atterraggio è stato molto banalizzato (chissà quali pensieri c’eravamo fatti alla fine dell’ultimo speciale di Natale…).
Dopo la sua apparizione, Jodie ha portato in un battibaleno il divertimento nella puntata che, fino a quel momento era stata relativamente piatta.

“Fino ad un’ora e mezzo fa ero uno uno scozzese di mezz’età!”

Proseguiamo con la creazione del nuovo cacciavite sonico: un sacco di strani arnesi, l’ingegno di un signore del tempo, un cucchiaio (?), un paio di martellate, e finalmente l’undicesima stagione di Doctor Who è davvero iniziata.

Immancabile il momento in cui i tre nuovi compagni portano il Dottore a comprare dei nuovi vestiti. Rimpiango di non aver ripreso l’uscita del Dottore dal camerino, sarebbe stata una gif fantastica...ma sono sicuro che da domani la vedremo ovunque!

Per concludere

Un dottore che mi ha fatto impazzire, una puntata che mi ha fatto storcere la bocca per molti aspetti.
Attendo però di scoprire la frase tipica di questo Dottore, e soprattutto di vedere i nuovi interni del TARDIS!

PS: e la nuova sigla di apertura?

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  

Ti consigliamo anche...

X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.