Kidding: la Recensione della Prima Stagione della Serie con Jim Carrey

Kidding: la Recensione della Prima Stagione della Serie con Jim Carrey

Scritto da:  - 

C’è una piccola perla televisiva che, qui in Italia, non ha avuto tutte le attenzioni che avrebbe meritato. Mi riferisco a Kidding - Il Fantastico Mondo di Mr. Pickles, serie Showtime creata da Dave Holstein e con protagonista Jim Carrey; alla regia di sei dei dieci episodi troviamo il francese Michel Gondry, anche produttore esecutivo, che molti ricorderanno per il suo film cult Eternal Sunshine of the Spotless Mind.

Proprio da quest’ultimo possiamo ricavare la formula che ha reso questa prima stagione di Kidding un mix gustoso di toni e registri visivi: onirico e grezzo realismo si mescolano dando vita ad uno show dai tratti sognanti, ma anche capace di svegliare lo spettatore con dei forti pugni allo stomaco. La trama è semplice: Jeff Piccirillo (Jim Carrey), noto presentatore televisivo per bambini conosciuto come Mr. Pickles, deve trovare un equilibrio tra il suo personaggio fittizio, solare ed ottimista, e se stesso, dopo la morte del figlio e con un divorzio all’orizzonte.

Kidding: la recensione della prima stagione dello show con Jim Carrey

Nonostante non la firmi come autore, lo show deve tanto all’estetica e alla poetica di Gondry: dalla capacità di strappare il sorriso senza troncare il racconto tragico di un uomo che sta andando in pezzi fino alla visionarietà della messinscena, con annessi piani sequenza che trasformano il passare del tempo in uno spazio materiale permeato di magia, Kidding è un racconto intimista drammatico ed ironico che non ha paura di viaggiare di metafora in metafora, visive o dialogiche che siano, raccontando quindi qualcosa di più del semplice superamento del lutto.

La serie ha una capacità di scavo nell'interiorità dei personaggi pazzesca, complice anche un cast azzeccato; Jim Carrey, in particolare, torna a collaborare con Gondry quindici anni dopo Eternal Sunshine of the Spotless Mind e dà una prova drammatica che sottolinea nuovamente il suo eccezionale talento, probabilmente mai sfruttato a pieno nella sua lunga carriera. La figura di Mr. Pickles è quella di un adulto esplicitamente rimasto legato al sé bambino; Kidding racconta la storia di vite diverse, dei loro disturbi e delle loro differenti sensibilità, provando anche a capire da dove esse provengano: sono tutte il risultato di traumi o eventi segnanti dell'infanzia. 

Kidding è una serie sulla vita e la morte, sui successi ed i fallimenti dell'amore, sul dramma e la commedia. D'altronde, l'equilibrio di questi elementi caratterizza l'universo, così come lo show cerca un difficile bilanciamento perfetto tra il fatale realismo ed il trasognante surrealismo. A tratti riuscendoci.

madforseries.it

4,0
su 5,0

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.