Dieci Curiosità che (forse) non sapevi su Sherlock, la Serie TV di BBC

Dieci Curiosità che (forse) non sapevi su Sherlock, la Serie TV di BBC

Scritto da:  - 

Sebbene Sherlock Holmes sia uno dei personaggi immaginari più interpretati di tutti i tempi, i produttori di Sherlock, creato dalla BBC e nominato agli Emmy, sono riusciti a far sembrare il famoso detective "fresco" come quando apparì per la prima volta nel 1887. 

Insieme a Doctor Who, Sherlock è una delle serie britanniche più seguite e amate in tutto il mondo. Ma siete sicuri di conoscerne ogni dettaglio? Scoprite insieme a noi alcune curiosità!

1. Un pranzo decisivo

Per diversi anni gli scrittori Steven Moffat e Mark Gatiss, mentre lavoravano a Doctor Who, hanno passato molto tempo sul treno in viaggio da e per Cardiff discutendo di vari progetti a cui erano interessati. Uno che continuava ad emergere più volte era un adattamento del personaggio di Sherlock Holmes. Questa proposta è andata avanti per un bel po' di tempo, ma senza che nessuno dei due facesse uno sforzo particolare per farlo decollare, fino a quando la moglie di Moffat, Sue, decise di invitare entrambi a pranzo in un ristorante a Piccadilly Circus, a Londra. Questo particolare luogo è lo stesso in cui, nel romanzo, John Watson viene a sapere per la prima volta del famoso detective. Grazie alla presa di posizione di Sue, Moffat e Gatiss capirono il suggerimento e iniziarono a lavorare sulla serie.

2. Il pilot originale non è mai andato in onda

Quando Moffat e Gatiss hanno iniziato a pensare a una versione moderna di Holmes per la BBC nel 2008, l'aspettativa era che il loro adattamento di un'ora di A Study in Scarlet di Arthur Conan Doyle avrebbe portato a una serie. Quando finirono le riprese, tuttavia, quelle possibilità sembravano ridotte: il pilota risultava pesante e noioso, cosa alla quale Gatiss e Moffat non ci hanno mai messo davanti (come in Doctor Who). La BBC ha accettato di ricominciare a girare la puntata con il nuovo regista Paul McGuigan aggiungendo alcuni effetti, come le scritte che abbiamo visto nelle varie puntate. 

3. Gli episodi dovevano durare 60 minuti

Nonostante il pilota originale fosse di 60 minuti, l'episodio girato da McGuigan durava 90 minuti, portando Gatiss e Moffat a credere che il format più consono per lo spettacolo sarebbe stato una stagione costituito da pochi episodi ma lunghi quanto un film. Inizialmente, la coppia di sceneggiatori voleva che tutti gli episodi durassero un'ora, con un numero maggiore di essi (fino a sei) per stagione. "Quel pilota avrebbe stabilito il format della serie", ha detto Gatiss nel 2014. "Penso che se avessimo fatto delle modifiche, sarebbe cambiato tutto".

Dieci Curiosità che Non Sapevi sulla Serie TV BBC Sherlock

4. Matt Smith ha fatto le audizioni per interpretare Watson

Mentre Benedict Cumberbatch è stata la prima e unica scelta per vestire i panni di Holmes, Matt Smith è stato tra i numerosi attori considerati per il suo omologo, John Watson. Il ruolo, come ben sappiamo, alla fine è andato a Martin Freeman perché Moffat credeva che la sua chimica con Cumberbatch fosse la migliore.
Ma non finisce qui: Smith fece il provino anche per Doctor Who solo una settimana dopo, e divenne l'undicesimo dottore!

5. Vendite da record del romanzo di Doyle 

Il debutto di Sherlock su BBC One, avvenuto nel 2010, ha portato a un forte aumento delle vendite delle opere dell'autore. Secondo Nielsen BookScan, che tiene traccia delle vendite, sono state acquistate ben 57.000 copie nel 2009, mentre l'anno successivo sono aumentate a 88.000. Le vendite risalenti alla settimana dopo l'anteprima dello show erano già il doppio rispetto alla settimana precedente!

6. #Setlock

Quando si è venuto a sapere che Sherlock stava facendo delle riprese esterne a Cardiff, i fan si sono messi all'opera usando un hashtag su Twitter, #Setlock, per accorrere (a volte fino a 300 alla volta) a osservare il cast al lavoro stando dietro le transenne. Martin Freeman ha descritto l'esperienza come qualcosa di negativo, dal momento che la folla è effettivamente un pubblico non invitato. Una volta gli spettatori scoppiarono in un fragoroso applauso quando Freeman aprì un sacchetto di patatine! A causa della inevitabile distrazione che i fan provocavano agli attori, Gatiss decise che lo spettacolo doveva avere un minor numero di scene ambientate all'esterno: "Le scene di dialogo all'esterno sono piuttosto difficili, gli attori hanno difficoltà a concentrarsi".

7. Un crossover con Doctor Who era possibile

Due dei maggiori successi della BBC sono entrambi girati a Cardiff ed entrambi hanno lo stesso showrunner, ma purtroppo non siamo stati accontentati con un crossover. Nonostante ciò Steven Moffat, che era a capo di entrambi gli spettacoli, ha affermato che le probabilità che i percorsi del Dottore si intrecciassero con quello di Holmes non erano affatto scarse. Oltre al cast di Sherlock disinteressato a questa possibilità, nel 2014 Moffat ha ricordato il fatto che Holmes è effettivamente comparso in Doctor Who: "Il Dottore si è persino travestito da Holmes".

Dieci Curiosità che Non Sapevi sulla Serie TV BBC Sherlock

8. Esiste una versione manga

Sì, esatto: è un adattamento di un adattamento. Nel 2012 la rivista giapponese Young Ace ha raffigurato il primo episodio di Sherlock nel caratteristico stile manga. L'editore statunitense Titan Comics ha poi raccolto i quattro numeri in un'edizione tascabile in lingua inglese dopo che diverse traduzioni non ufficiali dei fan hanno dimostrato una notevole richiesta di ristampa dell'opera. Titan Comics ha pubblicato anche libri in cui Holmes combatte alieni e vampiri!

9. Harrison Ford è Sher-locked

La qualità della serie non ha fatto innamorare solo il pubblico o la critica: Harrison Ford, quando è apparso al The Graham Norton Show insieme a Cumberbatch nel 2013, ha detto al collega che lo spettacolo era "incredibile". La moglie di Ford, Calista Flockhart, ha detto a Radio Times che lei e il marito "non riescono a smettere di guardare Sherlock"

10. Sherlock potrebbe non finire mai

Sherlock ha prodotto solo 10 episodi in quasi 8 anni, diversamente dai 180 episodi girati in media da una serie qualunque nello stesso arco di tempo. Ma il programma di riprese irregolare che a volte frustra i fan potrebbe alla fine funzionare a vantaggio del pubblico. Poiché la serie non gira in modo continuativo, Moffat non vede alcun motivo per cui la produzione non possa continuare a girare per un tempo indeterminato: "È un piacere occasionale, dopo aver lavorato a 3 film", ha detto a metà 2016. "Ecco perché penso sia improbabile che lo show sia completamente finito. Non ci sarebbe nulla di strano nel fermarsi per un po'. Potrebbe andare avanti all'infinito, tornando di tanto in tanto sul piccolo schermo”

Anche se Cumberbatch ha accennato al fatto che la quarta stagione dello show potrebbe essere la sua ultima, Moffat ha affermato che la citazione della star è stata fraintesa: "Era molto preciso sull'essere desideroso di andare avanti. Ha continuato dicendo che è difficile tenerci tutti insieme. Vogliamo mantenere la qualità ma non ci siamo ancora seduti pensando al futuro. Ma siamo sempre consapevoli che potrebbe essere finita, il fatto è che Benedict non lo ha detto".

Avete visto questa incredibile serie? Fateci sapere la vostra esperienza commentando sulla nostra pagina Facebook, ma non dimenticate di seguirci anche su Instagram!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.