The Crown: il Governo Inglese chiede a Netflix un Disclaimer che avvisa che si tratta di una Serie TV Romanzata

The Crown: il Governo Inglese chiede a Netflix un Disclaimer che avvisa che si tratta di una Serie TV Romanzata

Scritto da:  - 

Stando alle ultime notizie, il governo del Regno Unito ha invitato Netflix ad aggiungere un disclaimer a The Crown, chiarendo ai suoi 195 milioni di abbonati che il dramma reale è in parte un'opera di "finzione".

In una recente intervista, il segretario alla cultura Oliver Dowden ha dichiarato:
"È un'opera di finzione splendidamente prodotta, quindi come con altre produzioni televisive, Netflix dovrebbe essere molto chiaro".

Il ministro, che ha intenzione di scrivere a Netflix questa settimana spiegando le sue preoccupazioni, ha poi aggiunto:
"Senza questo disclaimer, temo che una generazione di telespettatori che non ha vissuto questi eventi possa scambiare la finzione per fatti realmente accaduti".

L'intervento di Dowden è stato probabilmente scaturito dalla storia alternativa di The Crown, con Morgan che spesso contorna eventi della vita reale con effetti e trame drammatici.

Solo questa settimana, la quarta stagione ha catturato l'attenzione dall'emittente australiana ABC per aver messo alcune parole in bocca dell'ex primo ministro Bob Hawke insieme a una serie di altre inesattezze storiche.

Morgan ha intensificato un'intervista che Hawke aveva fatto con lo spettacolo di attualità australiano 4 Corners, in cui l'ex primo ministro ha sottolineato il suo scetticismo per la famiglia reale e descrivendo la Regina come un "maiale". In realtà, non ha mai pronunciato parole del genere.

Nel frattempo, anche il fratello della principessa Diana, Charles Spencer, è stato tra coloro che hanno espresso preoccupazione per lo spettacolo dopo che Emma Corrin ha interpretato la sua defunta sorella:
“Gli americani mi dicono di aver visto The Crown come se avessero preso una lezione di storia. Beh, non è così. È molto difficile, ci sono molte congetture e molte invenzioni. Puoi fare riferimento ai fatti, ma i pezzi in mezzo non sono veri".

Fonte: Deadline

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.