Star Trek: Discovery 3 - Cos’è il “The Burn” nominato nel Trailer? Facciamo Chiarezza

Star Trek: Discovery 3 - Cos’è il “The Burn” nominato nel Trailer? Facciamo Chiarezza

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Mancano ormai poche ore al debutto della terza stagione di Star Trek: Discovery su Netflix. Lo spettacolo vede un cambiamento significativo nell'ambientazione, dopo che Michael Burnham e la Discovery fanno un salto nel futuro di 930 anni. I trailer precedenti hanno suggerito che nel futuro, un evento chiamato "the Burn" ha alterato lo stato della Federazione Unita dei Pianeti, della Flotta Stellare e della galassia. Star Trek: Discovery non perde tempo a spiegare cos'è il Burn, rivelando questo dettaglio nella prima puntata della nuova stagione. 

Nel primo episodio, intitolato That Hope Is You, Part 1, Michael Burnham emerge dal wormhole che la porta nel 32° secolo e si schianta contro l'astronave pilotata dal corriere Cleveland "Book" Booker. Quest'ultimo ha bisogno di dilitio per la sua nave, quindi lui e Michael fanno un accordo per lavorare insieme. Durante il viaggio, Book nota che Michael porta con sé una tecnologia antica: il fatto che lei indossi un distintivo della Flotta Stellare gli fa chiedere se sia una di quei "veri credenti" che credono ancora nella Federazione. Quando Michael chiede una spiegazione, Book spiega che la Federazione è quasi del tutto scomparsa dopo The Burn.

Michael non sa cosa significhi e Book spiega che The Burn è avvenuto 100-120 anni prima (tra il 3068 e il 3088). All'improvviso, la maggior parte del dilitio nella galassia "esplose". Come afferma Michael, il dilitio è un componente essenziale per i motori di qualsiasi nave stellare con capacità di curvatura.

Il dilitio è un minerale cristallino che si trova solo su pochi pianeti, dove viene estratto per essere utilizzato nei motori a curvatura e serve a regolare le reazioni materia/antimateria. Se i cristalli si guastassero improvvisamente, qualsiasi motore a curvatura attivo diventerebbe instabile, determinando il "boom" a cui si riferisce Book.

Mentre l'episodio continua, diventa chiaro che è rimasto un po' di dilitio, ma ora è più raro che mai. I corrieri vengono pagati con i cristalli, il che consente loro di continuare le loro rotte ma senza un surplus di dilitio, la maggior parte dei viaggi spaziali dovrebbe avvenire a velocità inferiori alla luce. Sarebbe quindi impossibile per la Federazione Unita dei Pianeti mantenere un contatto significativo con i suoi numerosi pianeti membri, per non parlare di esplorare i confini indicibili della galassia. Non sorprende quindi che la Federazione del 32° secolo sia l'ombra di se stessa.

La prima puntata della terza stagione di Star Trek: Discovery sarà disponibile da domani su Netflix.

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.