Doctor Who: una Storia parla degli Episodi Perduti della Serie TV

Doctor Who: una Storia parla degli Episodi Perduti della Serie TV

Scritto da:  - 

Pete McTighe, uno degli scrittori della famosa serie tv di fantascienza Doctor Who, ha voluto spiegare, in occasione del quindicesimo anniversario della versione moderna dello show la scomparsa di molti episodi datati 1960. 

Come molti fan sapranno numerosi episodi delle vicende appartenenti al primo e al secondo Dottore sono andati distrutti a causa della pratica comune all'epoca da parte di BBC di sovrascrivere le pellicole usate

Nella short story "Press Play", disponibile in lingua originale in questa pagina, lo sceneggiatore famoso per episodi quali "Kerblam!" e "Praexus" ha spiegato quindi questa perdita tramite una soluzione originale con protagonista il Dottore di Jodie Whittaker. 

La trama verte sulla solitudine del Dottore, comune a noi tutti in questo periodo così duro, ma ci rassicura che la nostra protagonista come noi tutti non è mai veramente sola. 

Nella storia il Dottore è occupato a riparare il T.A.R.D.I.S. da un guasto quando viene sorpreso dalla nipote Susan Foreman che lo contatta tramita una chiamata olografica ricordandogli i bei vecchi tempi. Susan, che il Dottore ha visto per un ultima volta dal vero nell'episodio "I cinque Dottori, spiega che ha lasciato nel T.A.R.D.I.S. registrazioni di tutti i loro vecchi amici e delle avventure trascorse insieme. 

Tuttavia una parte di queste potrebbero essere frammentarie a causa di un malfunzionamento di immagazzinamento dati del T.A.R.D.I.S. stesso.

McTighe ha deciso di dare una spiegazione inserita nella trama stessa delle vicende di Doctor Who, rassicurando al contempo i fan in quarantena con questo nuovo racconto gratuito.

Fonte: Digital Spy

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.