Dark 3: ecco Cosa Rappresentano le Transizioni presenti nell'ultima Stagione

Dark 3: ecco Cosa Rappresentano le Transizioni presenti nell'ultima Stagione

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Ambientato in differenti mondi in cui diverse versioni dei suoi personaggi si spostano nel tempo, la tanto attesa terza stagione di Dark ha finalmente fatto il suo debutto su Netflix. L’ultima scena della seconda stagione ha introdotto gli spettatori verso un nuovo concetto di narrazione: gli universi paralleli. 

Le menti geniali ideatrici di questo show, Baran Bo Odar e Jantje Friese hanno voluto accompagnare lo spettatore, attraverso un indizio visivo, verso una fruizione, meno caotica, riguardo i salti temporali ed universali della storia. Per lo spettatore, risulta complesso tenere il passo con due mondi paralleli, ognuno dei quali presenta più versioni di molti personaggi, che viaggiano nel tempo.

Questo ciclo temporale che ha colpito tutti i residenti di Winden è stato abbastanza complicato, nel frattempo che una versione diversa di Martha (Lisa Vicari) si presenta e inizia a parlare di universi alternativi. Gli spettatori avranno ora l’occasione di passare diverso tempo nella Winden alternativa, in compagnia dei personaggi uguali ma diversi.

Quindi, per riconoscere in maniera più immediata dove e con chi si trova lo sguardo dello spettatore in determinate scene, si deve far attenzione, appunto, ad un piccolo indizio visivo, che attraversa un drammatico wormhole: un nuovo tipo di transizione tra le scene. La premiata serie tedesca, ha spesso utilizzato effetti standard con le sue transizioni, ma nella terza stagione pone questo tipo di effetto warping, completo di un effetto sonoro di accompagnamento, per una frazione di secondo, mentre passa tra universi alternativi.  

Non è detto che questo metodo funzioni sempre, perché c'è un alternarsi continuo con ogni cambio di scena, e gli occhi dello spettatore dovrebbero, in qualche modo, abituarsi all'andamento, così da non avere più problemi di confusione. Col passare della stagione, infatti, si sarà in grado di cogliere la differenza tra gli universi più facilmente e organicamente, e questo piccolo suggerimento tornerà utile.

Nel frattempo vi invitiamo a leggere la recensione del primo episodio della terza stagione, oltre ad alcune curiosità per comprender ancora meglio il segreti di Winden e le informazioni sulla stagione di chiusura.

Fonte: The Wrap

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.