Briciole di pane

13 Reasons Why: finalmente sappiamo quando uscirà la Terza Stagione

13 Reasons Why: finalmente sappiamo quando uscirà la Terza Stagione

Scritto da: Alessandra Motisi - 

13 Reasons Why è uno degli spettacoli più controversi di Netflix degli ultimi anni che sta per tornare per una terza stagione che debutterà questo autunno.
La serie osa affrontare tutti i tipi di argomenti difficili, dalla depressione e il suicidio di adolescenti alla violenza armata e alla violenza sessuale.

La notizia della data di uscita è stata annunciata dall'attore Zack Prusak, interprete di Jock nello show. Sul suo profilo Twitter, ha scritto: "13 Reasons Why terza stagione. Ottobre 2019! Andiamo!"

Anche se Netflix non ha ancora dato alcuna notizia ufficiale a riguardo, è sicuramente in linea con gli annunci fatti in precedenza. In altre parole, puoi iniziare ad emozionarti a partire da...ora!

Lo spettacolo ha fatto bene ad ottenere un'altra stagione, considerando il suo tumultuoso passato sullo schermo. Molte persone non sono state felici della rappresentazione delle scene di suicidio e stupro.

Tuttavia, Netflix è stato attento a includere gli avvertimenti prima di ogni episodio, mentre il cast principale dello show continua a condurre campagne di sensibilizzazione su questi problemi molto reali e molto significativi che affliggono gli adolescenti di oggi.

Parlando della scena dello stupro nella seconda stagione, durante un panel di Netflix lo scorso anno, il creatore Brian Yorkey ha spiegato l'importanza di affrontare questi argomenti: "Sappiamo che la violenza sessuale è ampiamente sottovalutata, l'aggressione sessuale con le vittime di sesso maschile è esponenzialmente più sottostimata di quanto non sia l'aggressione sessuale in generale".

"Racconteremo le storie di vittime di violenza sessuale, dei sopravvissuti. Racconteremo i fatti in modo inflessibile e onesto. Abbiamo detto: 'Wow, non solo sembra una storia credibile da raccontare, ma in un certo senso sentivamo l'imperativo di raccontare, perché nessuno ne parlava".

Yorkey ha continuato affermando che un uomo su sei è vittima di violenza sessuale, aggiungendo: "Quella era una storia che non veniva raccontata, era una storia che sta attualmente accadendo nelle scuole superiori e abbiamo sentito non solo l'opportunità, ma anche la responsabilità di parlarne".

La narrazione della seconda stagione ha riguardato il processo per il suicidio di Hannah Baker (Katherine Langford). Si è concentrata anche su Clay (Dylan Minnette) mentre perdeva il contatto con la realtà vedendo le allucinazioni di Hannah; Bryce (Justin Prentice) e Justin (Brandon Flynn) che sono stati condannati in un processo separato per lo stupro di Jessica (Alisha Boe), Tyler (Devin Druido) mentre stava per commettere una sparatoria di massa al ballo scolastico.

Sarà interessante vedere come la terza stagione avrà a che fare con questi eventi, e per fortuna non dobbiamo aspettare molto per scoprirlo!

Per non perdere le ultime novità, segui le nostre pagine Facebook e Instagram!


Se questo articolo ti è piaciuto, non perderti gli ultimi sulla nostra pagina Facebook: 


X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.