Criminal: Regno Unito 2 - Recensione della nuova Stagione con Kit Harington

Criminal: Regno Unito 2 - Recensione della nuova Stagione con Kit Harington

Scritto da:  - 

Criminal: Regno Unito torna con quattro nuovi episodi che vanno a comporre la nuova stagione dell'ambizioso progetto di Netflix composto da altre tre versioni dello show: oltre alla versione inglese abbiamo infatti anche quella francese, spagnola e tedesca, delle quali, al momento, non si hanno notizie riguardo eventuali seconde stagioni.

Questa volta troviamo una puntata in più rispetto alla stagione precedente, che, secondo il nostro modesto parere, aveva il numero perfetto di episodi.
Ma, fortunatamente, nella seconda stagione qualità e quantità vanno di pari passo, e così i quattro episodi proposti risultano comunque godibili e pieni di cura per i dettagli, sia nella regia che nella sceneggiatura.

Quattro nuovi episodi, quattro nuove indagini, questo è il quadro generale della situazione, e il filo conduttore di ogni puntata è, bene o male, sempre il solito, con un inizio più incentrato sull'analisi psicologica dell'indagato, giungendo ad un punto della vicenda centrale dove i detective scoprono un dettaglio sfuggito che poi porterà alla soluzione finale del caso, talvolta scontata.

Detta così sembrerebbe una serie molto monotona e, in parte, lo è; non si tratta di uno show che consiglieremmo a chi vive di action e avventura, perché qui, in Criminal, i personaggi restano ben saldi sulle loro sedie, salvo qualche pausa caffè. Vengono valorizzati i primi piani e le inquadrature fisse, mentre la staticità sopracitata degli attori è dovuta al fatto che tutte le scene si svolgono all'interno di un'unica location.

Ma ciò che rende la serie un piccolo miracolo targato Netflix è la qualità dei dialoghi, la maniacalità nel mostrare dettagli incredibili allo spettatore e la bravura di chi sta dietro la telecamera.
Tutti elementi che elevano il prodotto, facendolo risaltare tra la miriade di produzioni di bassa lega nel panorama degli show seriali.
In sostanza, un gioiellino che ogni appassionato di serie TV dovrebbe vedere.

Tra l'altro capiamo che il progetto è vivo e ambizioso anche grazie alla presenza di star di primo rilievo, come David Tennant (Doctor Who) presente nella prima stagione, e come Kit Harington (Game of Thrones) e Kunal Nayyar (The Big Bang Theory) per quanto riguarda la seconda stagione.

Conclusioni

Ci rendiamo conto che Criminal non sia uno show adatto a tutti, ma è obiettivamente un prodotto ben riuscito e che può avere futuro.

Questa seconda stagione della versione UK porta avanti il filone della prima e si arricchisce con quattro episodi ben strutturati (anche se ne sarebbero bastati tre) e con un lavoro eccezionale sia davanti che dietro la telecamera.

Non ci resta, dunque, che aspettare per vedere se anche nelle altre versioni lo show manterrà lo stesso livello, a meno che Netflix decida di non proporle.

Criminal: Regno Unito 2 fa centro di nuovo, innalzando il livello delle produzioni seriali degli ultimi tempi.
Uno show non per tutti, ma che dovrebbero provare tutti.

Quattro episodi (uno in più del precedente capitolo) particolarmente godibili e che toccano degli argomenti inaspettati ma senz'altro interessanti.

madforseries.it

4,5
su 5,0

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulle nostre pagine social:
 
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.