Watchmen: lo Showrunner spiega la Genesi della Giustizia Mascherata nella Serie TV HBO

Watchmen: lo Showrunner spiega la Genesi della Giustizia Mascherata nella Serie TV HBO

Scritto da:  - 

Watchmen, la serie tv targata HBO, ha accompagnato gli spettatori in un viaggio stimolante, in una visione alternativa degli Stati Uniti, quella che riprende il filo dell'iconica serie di fumetti trent'anni dopo, e finisce per esplorare questioni complesse come il razzismo in America.

Creata da Damon Lindelof, sceneggiatore di Lost, The Leftovers e Crossing Jordan, la serie tv è ispirata all'omonima serie di fumetti di Alan Moore (V For Vendetta, From Hell) e Dave Gibbons (Dan Dare, Green Lantern) pubblicata tra il 1986 e 1987 da DC Comics. La serie è un sequel ambientata trent'anni dopo le vicende del fumetto ed è incentrata su personaggi nuovi e vecchi protagonisti.

Il responsabile della programmazione di HBO, Casey Bloys, ha affermato che una seconda stagione: "sarebbe difficile da immaginare di farla senza Damon coinvolto in qualche modo, mentre non respinge in alcun modo la possibilità di concepirne una". Infatti lo sceneggiatore vorrebbe che qualcun altro proseguisse la serie.

Lo show segue la storia della detective della polizia di Tulsa Angela Abar, interpretata da Regina King. Uno dei colpi di scena più interessanti della storia, tuttavia, è la storia di uno degli eroi mascherati originali dei fumetti, Hooded Justice. 

Mentre la vera identità del personaggio non viene mai rivelata in modo definitivo nei fumetti, la serie televisiva rivela che è il nonno di Angela, Will Reeves, un uomo di colore che era fuggito dal massacro di Tulsa del 1921 e secondo lo showrunner Damon Lindelof la genesi di quel grande colpo di scena deriva da un'azione piuttosto diretta: perché Hooded Justice ha nascosto la sua identità.

In una intervista con ComicBook in vista dell'uscita della serie della prossima settimana su Blu-ray, Lindelof ha risposto alla domanda sul perché l'eroe ha nascosto la sua identità ed ha iniziato una nuova esplorazione del personaggio.

"L'universo di Watchmen è in realtà divergente con l'apparizione di Hooded Justice. La prima diversa cosa che è accaduta dal mondo che tutti conosciamo storicamente parlando. Sono solo stato ossessionato da quel personaggio da quando ho letto l'originale Watchmen. Un mistero che non è mai stato rivelato. Continuavo a chiedermi: perché Hooded Justice vuole nascondere la sua identità? Persino gli altri membri dei Minutemen non sapevano chi fosse. Dentro di me sentivo che un uomo nero stava nascondendo la sua identità".

 “Le ferite hanno bisogno di prendere aria”.

Lindelof spiega inoltre che l'idea si unì alla sua scoperta del massacro di Tulsa del 1921, creando infine un focus su quel momento poiché rappresentò il più brutale nella storia americana e che fondamentalmente creò Hooded Justice. 

"Improvvisamente mi chiedevo se ci fosse un modo per Tulsa di essere il punto di incitamento, il più cruciale della storia in tutta questa stagione, in sostanza per dire, Tulsa è ciò che crea Hooded Justice. Hooded Justice è ciò che crea la giustificazione per essere mascherato in America. Ora siamo qui quasi un secolo dopo ed è tempo di pagare quel debito. Quelli erano tutti i tipi di blocchi fondamentali che giravano nella testa quando abbiamo iniziato a creare lo show".

Watchmen sarà disponibile su Blu-ray a partire dal 2 giugno.

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.