Star Trek: Picard - Nel Primo Episodio vengono svelati i Motivi di una Scelta di Jean-Luc (Spoiler)

Star Trek: Picard - Nel Primo Episodio vengono svelati i Motivi di una Scelta di Jean-Luc (Spoiler)

Scritto da:  - 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler

Star Trek: Picard è ora disponibile su CBS All Access e l'episodio in anteprima della nuova serie tanto attesa non perde tempo ad affrontare alcune delle più grandi domande che i fan hanno mai avuto. 

Una delle più grandi domande che incombono su Picard è senza dubbio la rappresentazione del suo personaggio titolare. Il Jean-Luc Picard che incontriamo quando inizia lo spettacolo si è dimesso dall'essere un esploratore attivo e un avventuriero del cosmo, a seguito di una dolorosa caduta con la Flotta Stellare. Ora, con la prima di Star Trek: Picard abbiamo finalmente la risposta sul perché Jean-Luc Picard ha lasciato la Flotta Stellare - e questa risposta rende Picard ancora più complicato nel suo arco tematico.

La prima di Star Trek: Picard è ambientata nell'anniversario della supernova del 2387 che spazzò via Romulus. La Federazione strappa una rara intervista con l'ex ammiraglio Picard, che accetta l'apparizione come mezzo per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla continua sofferenza del popolo romulano. Durante quel segmento di interviste otteniamo un'importanti informazioni che colma le lacune tra la fine di Star Trek: Nemesis e l'inizio di Picard.

Star Trek: Picard - Nel Primo Episodio vengono svelati i Motivi di una Scelta di Jean-Luc (Spoiler)

Come apprendiamo durante l'intervista, Picard sta litigando con la Flotta Stellare dopo una svolta oscura nel passato dell'organizzazione. Quando Romolo era minacciato di distruzione, Picard era una figura di spicco nell'evacuazione di massa di 900 milioni di Romulani su 10.000 traghetti. Tuttavia, un gruppo di sintetici durante l'evacuazione ha lanciato un attacco terroristico a un cantiere navale ospitato su Marte - un attacco che ha infiammato l'atmosfera del pianeta e ucciso 93.000 persone.

Il risultato della defezione dei sintetici e dell'atto terroristico portò alla Flotta Stellare a vietare gli esseri artificiali - e quella decisione portò Jean-Luc Picard sull'orlo del baratro, prima che un secondo incidente lo demolisse del tutto. Come descrive lo stesso Picard:

"Non sappiamo perché i sintetici siano diventati disonesti e abbiano fatto ciò che hanno fatto quel giorno. Ma credo che la successiva decisione di vietare le forme di vita sintetiche sia stata un errore."


Quando viene pressatoo dall'intervistatore a spiegare concretamente perché ha lasciato la Flotta Stellare, Picard rivela che dopo l'attacco sintetico, la Flotta Stellare ha voltato le spalle al salvataggio del popolo romulano:

"... non era più la Flotta Stellare! Ci ritirammo. La galassia era in lutto, seppellendo i suoi morti, e la Flotta Stellare si abbandonò ai suoi doveri. La decisione di annullare il salvataggio e di abbandonare quelle persone che avevamo giurato di salvare non era solo disonorevole - era del tutto criminale! E non ero preparato a stare a guardare e ad essere spettatore! "

Ciò che questa scena rivela è che Jean-Luc Picard è ora un idealista schiacciato, che ha creduto così profondamente nell'istituzione che ha servito fino a quando non lo ha deluso. Ma a differenza, diciamo, di Luke Skywalker in Star Wars: The Last Jedi, il primo episodio di Picard mostra come Jean-Luc riaccenda la sua luce illimitata di ottimismo e speranza, dopo aver realizzato che allontanarsi da ciò che la Flotta Stellare stava diventando non era una soluzione, quindi tanto quanto consentire a un tipo sbagliato di futuro di prosperare.

Star Trek: Picard è ora in streaming su Amazon Prime con un nuovo episodio ogni venerdì. Ecco il video promozionale della serie:

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornati sulle news del momento.

Fonte: Comic Book

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.