Brave New World: Recensione del primo Episodio della nuova Serie TV Sci-fi

Brave New World: Recensione del primo Episodio della nuova Serie TV Sci-fi

Scritto da:  - 

Benvenuti, abbiamo tre regole:

  • niente privacy;
  • nessuna famiglia;
  • niente monogamia.

Tutti sono molto contenti

New London, 2540, prossima fermata: Distretto del Sublime. Ecco Brave New World. L’apertura comprende che labirinti di luce includano, la mappatura di un modellino, su una città edificata perfettamente. La visione d’insieme è sostenuta da una canzone, quasi un loop, che continua a ripetere: “make you better” e “how can you get happiness”. Se non sei felice, non sei niente. Tutto è luccicante, di bianco sovrastante, come il livelli corretti di ogni essere vivente, composto di cellule in provetta e algoritmi, che si affaccia in quel luogo così, violentemente codificato. Un mondo controllato e raffinato, dove nessuno è mai raggrinzito e nessuno piange, ma nessuno si sente davvero felice, perché tutte le sue emozioni sono controllate chimicamente.

Non c’è civiltà senza stabilità sociale. Non c’è stabilità sociale senza stabilità individuale

New London lavora con un sistema di caste. Persone geneticamente costruite per essere membri ideali di una certa casta: gli Alpha sono la bella e brillante classe dirigente, gli Epsilon sono i lavoratori manuali semplici, i Beta e Gamma sono nel mezzo. Ogni grado svolge una funzione cruciale, ha i suoi bisogni materiali soddisfatti, la famiglia e la monogamia sono illegali e la gravidanza è obsoleta. La privacy è un vizio che la società non può permettersi, una specie di solipsismo acuto. Per controllare il fattore X della chimica del cervello, c'è il soma (farmaco i cui poteri di alterazione dell'umore, a seconda del dosaggio, assomigliano a Xanax o Estasi). Lo stato mondiale ha violato la coscienza per eliminare l'insoddisfazione. Asciugamani caldi e soma: "un soma al giorno toglie il medico di torno".

Tutti appartengono a tutti

Gli esseri non sono inclusivi, ognuno è condivisibile. Carne, pelle, muscoli, nervi, ossa, è tutto un perdersi di corpi in corpi, uno spettacolo di orgie assicurato. Perché così si è felici, perché così si è meglio controllati, perché così si è protetti dalle emozioni. Troncare è meglio che ricucire, si taglia il tempo, si risparmiano dimostrazioni di legami.  

Poi esiste il vecchio mondo, come un gioco da provare per la prima volta: la possibilità di vivere o morire usando l'ingegno e la volontà. Le Terre Selvagge, un luogo sporco, caotico, colmo di gente incivile, usato principalmente come parco a tema per i newyorkesi. Chiamata Savages, dove persistono religione, povertà e famiglia, dove i newyorkesi benestanti possono meravigliarsi di come il mondo lavora al di fuori della loro utopia murata. Brave New World incontra Westworld, fino a quando la storia torna bruscamente a New London. 

Huxley lo spirituale

E come nel romanzo originale di Aldous Huxley, ci sono personaggi che rappresentano vari problemi e opportunità di questi luoghi distopici. Un libro che è anche uno degli apici della produzione di uno scrittore che, come pochi altri, ha davvero saputo interrogare le zone d’ombra del ventesimo secolo muovendosi in bilico tra spiritualità e allucinazione, tra fantasia distopica e ricadute mistiche con lo sguardo rivolto a un futuro a tinte fosche.

Il primo episodio della serie di fantascienza trasmessa su Peacock, immerge lo spettatore in un universo così influente ed onnipresente nella storia dell'immaginazione dispotica, irrimediabilmente famigliare, che sembra echeggiare le idee del passato. La forza dell'apertura di questo show sta negli occhi di chi guarda, di chi subisce il fascino di trovarsi sprofondato nel grande romanzo di Huxley, scritto per creare una rottura, una scossa. Il primo episodio è emotivamente intelligente: l'alto livello estetico tira i fili della narrazione, intrecciando personaggi particolari, ben assortiti, passando da tinte fredde, per un mondo, a tinte calde, per l'altro. Quindi, una spinta inconscia si crea per continuare a guardare come questi due mondi si scontreranno.

Alterando il materiale originale per adattarsi meglio ai parallelismi moderni il primo episodio di Brave New World sembra presentare un buon prodotto di streaming e la curiosità è più che lecita.

madforseries.it

3,5
su 5,0

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook:  
X

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.